PRADO SANTA MARIA - AMICHEVOLE PER I SCALZISTI

Andare in basso

PRADO SANTA MARIA - AMICHEVOLE PER I SCALZISTI

Messaggio  Fratello Guimaraes il Sab Ago 11 2018, 23:21

Pace e Bene! cheers
   Ieri, 9 agosto 2018, ho effettuato la mia prima grande passeggiata a piedi nudi quest'anno.
     Il Prado Santa Maria, un tempo sede della contea fino alla riforma amministrativa del 1855, è sempre stata una visita frequente e quasi obbligata per me.
     Pianificando le grandi passeggiate per quest'anno, ho preso come criterio per iniziare con l'angolo nord-ovest della Carta Corográfica de Portugal riferendosi a Braga e seguire l'orologio.
    Iniziando con il Prado Santa Maria, seguirebbe un sentiero già conosciuto, da Santa Marinha de Oleiros e da lì ad Atiães, con l'obiettivo, non raggiunto, di raggiungere Freiriz.
   Tutto questo nella contea di Vila Verde, anche se, fino al 1855, tutte queste parrocchie appartenevano al municipio estinto del Prado.
   Da quando ho iniziato a passare attraverso Prado ho scelto la cappella di San Sebastiano per le mie devozioni.
    Un tempio sempre aperto, dove regnavano il silenzio e l'accoglienza, non avevo ancora aderito pienamente allo scalzismo, e già sentivo, come Mosè in Horeb, che dovevo entrare scalzo lì.
     Ed ero scalzo all'ingresso, lasciando i sandali accanto al confessionale sul lato destro, chiunque entri.
    Come al solito, ho fatto le mie preghiere mattutine (erano circa le 10).
     Lettura, Laudes e Tercia.
     E anche un rosario: 50 baci alla Madonna!
     Il mio amico Sant'Antonio sembrava chiedermi di fare una foto con me, e ho soddisfatto il suo desiderio!
    Dopo questo tempo di preghiera e meditazione, ripresi il mio viaggio, passando accanto alla vecchia chiesa, accanto alla quale, nascosta, inizia la strada che porta a Santa Marinha de Oleiros, già mia conosciuta delle rotte precedenti.
     Durante questo corso ho registrato un video che, a causa delle sue dimensioni, non può essere inserito in questa cronologia, ma verrà mostrato separatamente, condividendo YouTube.
      L'antica parrocchia di Santa Marinha de Oleiros apparteneva al comune di Prado, estinto nell'ottobre del 1855, e poi passato a Vila Verde.
     Passando Oleiros, ho continuato il percorso, ora verso S. Tiago de Atiães.
      Poiché era passato il mezzogiorno e ho trovato alla mia destra la cappella di Santa Marta, il cui sagrato era ancora adornato con le celebrazioni celebrate il 29 luglio, ho deciso di fermarmi lì, prima, all'ombra di questo santuario, per fare la mia preghiera del Sexta e prendi la mia "razione di battaglia": una lattina di sardine con pan e un'arancia.
     E bevi molto, ma anche molta acqua!
    Mentre il calore iniziava a intensificarsi, aggravato dalla ruvidità dell'asfalto, iniziai a sentire un certo bisogno di rinfrescare e alleggerire i miei piedi nudi.
     La carta corografica segnalava una sorgente vicina, e lei era lì, proprio sul bordo, a dare da un campo di grano ai carri innaffiati dall'altra parte della strada.
     Era un'oasi in questo deserto di asfalto!
     Era irregolare rispetto al pavimento, ma copriva una "uveira", o "vite d'impiccato", una bella ombra!
     Qui ho anche registrato un video, che, vista la sua dimensione, verrà mostrato separatamente.
     Ricomposta, andai al centro di Atiães, dove sorge la chiesa parrocchiale e, un po 'più indietro, la cappella di San Sebastiano, su una piccola collina.
     Atiães apparteneva al municipio di Prado fino al 1855.
     Esisteva già nell'undicesimo secolo e fu menzionato in un documento del 1073.
    Il mio obiettivo era ora di raggiungere Freiriz, ma dal 1989, quando è stata redatta la lettera di conferma più recente, molto è cambiato, e anche se avessi chiesto informazioni a un abitante, la diversità delle opzioni di percorso, la differenza tra la mappa e il la realtà del terreno, l'asfalto a una temperatura insopportabile per i piedi scalzi insieme a una ghiaia di ruviditá, mi ha costretto a tremare il sentiero.
   Un po 'a caso ho cercato di tornare per la via diretta e con meno rischi.
    Avevo bisogno di un altro pediluvio e ad un certo punto mi sembrava di riconoscere un certo posto, che mi sembrava un miraggio nel deserto.
    Ma non era un miraggio: era quella stessa sorgente, sulla spalla, sotto la «vite impiccata»!
    Ancora una volta ho proceduto a un confortante pediluvio, provando per la prima volta a recitare la Liturgia delle Ore, l'ora di Noa, con i piedi sotto l'acqua fresca corrente!
    Continuando, ho trovato un serbatoio di irrigazione e lavaggio sul lato della strada da percorrere (chiedo!).
    Una vera piscina!
    Qui ho fatto una sosta per mangiare alcuni biscotti e un'arancia, e bere più acqua (ho portato con me due litri).
    Ma non mi sono fermato qui!
    Misurando la profondità del serbatoio e controllando che l'acqua fosse sopra le mie ginocchia, ho indossato pantaloncini da bagno e ci sono entrato.
    Una delizia!
    Un paio di abitanti arrivarono, tuttavia, chi aprì un cancello per irrigare un campo di grano che giaceva accanto ad esso.
    Chiesi alla signora se l'acqua che usciva dal beccuccio per rifornire il serbatoio era buona da bere, a cui lei rispose affermativamente, dicendo che molta gente avrebbe riempito bottiglie d'acqua.
    Ho ringraziato e riempito le mense.
    Dolore al piede, calore, stanchezza, ecc., È chiaro che tutto questo è appannaggio di un camminatore scalzista, che ha fatto il suo primo grande passo dell'anno in questa data.
     A casa c'è sempre una doccia fredda, con un'esfoliazione del piede alla pomice, e prima di assestare un nuovo pediluvio, seguito da un massaggio con crema di aloe vera e / o burro di karitè.
     E i piedi sono pronti, perché, a Dio piacendo, per la settimana ce ne saranno altri.
    E ora i link al mio blog:

    http://duxspinensis.blogspot.com/2018/08/prado-santa-maria-amigavel-para-com-os.html

    http://duxspinensis.blogspot.com/2018/08/descalcismo-34-caminho-de-santa-marinha.html

    http://duxspinensis.blogspot.com/2018/08/2018-08-09-descalcismo-35-pediluvio.html

    Con i desideri di una domenica santa, le più grandi benedizioni di Gesù, Maria e Francesco!
    Fr. Alberto Guimaraes OFS
avatar
Fratello Guimaraes

Numero di messaggi : 21
Età : 67
Data d'iscrizione : 01.01.12

http://duxspinensis.blogspot.pt

Torna in alto Andare in basso

Re: PRADO SANTA MARIA - AMICHEVOLE PER I SCALZISTI

Messaggio  cyberteam il Dom Ago 12 2018, 08:46

Complimenti, si capisce dal tuo racconto che è stata una bella esperienza.

avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.04.09

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum