Piedi nudi è sinonimo di...?

Andare in basso

Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  BarefootSoul il Mar Nov 27 2018, 14:38

Libertà ? Leggerezza ? Ritorno a un'ideale di purezza, tipico dell'infanzia non solo della singola persona ma di un'intera civiltà ?

Che cosa significa, "filosoficamente", stare a piedi nudi ? (ma il discorso si può estendere al nudismo/naturismo integrale)


Un esempio che vi sarà ben noto: il pittore Adolphe Bouguerau. L'ho scoperto per la prima volta proprio sul sito, non ne avevo mai sentito parlare prima: sui libri di Storia dell'Arte non compare, forse perché la sua pittura era rimasta legata ai vecchi canoni delle Accademie all'epoca in cui ormai trionfava l'Impressionismo, Van Gogh, Gauguin, ecc.
Ebbene, come certo saprete, TUTTE le sue figure femminili (bambine e ragazze per la maggior parte) sono scalze. E non contiamo i soggetti mitologici, che come da canone sono completamente nudi.

Ecco, io questa scelta di dipingere quasi esclusivamente figure vestite ma a piedi nudi la interpreto come un immaginifico ritorno a un'età felice, in cui si poteva zompettare per la campagna senza costrizioni, senza regole sociali. (oh, intendiamoci: interpretazione assolutamente personale, non suffragata da alcuna ricerca scientifica sulla sua poetica; se qualcuno di voi sapesse indicarmi delle fonti che spieghino la cosa, anche del tutto contraria alla mia ipotesi, ben venga).

Certo, altri artisti invece quando dipingono personaggi scalzi lo fanno per sottolinearne la povertà, la miseria. Ed è (anche) da qui che deriva l'associazione scalzo = povero che ancora oggi siamo costretti a combattere.


Camminare a piedi nudi, o stare completamente nudi, è - io credo - l'ultima versione di un ricordo dell'Età dell'Oro, quel tempo mitico in cui l'umanità era giovane e ingenua. Si tratta di un mito, appunto, presente in molte religioni e presso molti popoli.

E da qui deriva - ripeto: pensiero del tutto personale e come tale criticabile e fallibile - anche la "leggerezza" psicologica che proviamo quando siamo scalzi : se ricordo bene avevate convenuto con me che ci si sente più aperti, più disponibili, meno irritabili, meno ansiosi.

Poi c'è naturalmente l'epoca dei Figli dei Fiori, che forse qualcuno di voi ha vissuto direttamente. Ma quel movimento è nato, ha vissuto ed è morto, come tutte le cose. E senza colpa di nessuno. I ragazzi che all'epoca cantavano, portavano i capelli lunghi, giravano il mondo a piedi nudi oggi sono "rientrati" nei canoni (credo siano molto pochi i "duri e puri" che sono rimasti "frikkettoni" da allora a oggi senza interruzione).
Credo che quell'epoca sia stata importante per il fatto di aver mostrato che "un altro mondo è possibile". Come tutte le utopie è difficile da tradurre in pratica, ma come dimostra la nostra stessa esistenza ognuno di noi può farlo singolarmente, senza la pretesa di cambiare un'intera società di punto in bianco.

Un altro punto su cui si potrebbe riflettere è la differenza tra le Nazioni. Diciamo sempre "Ecco, in certi Paesi se vai scalzo per strada nessuno ti guarda strano, mentre qui sì". Ma ci siamo chiesti quali sono le ragioni di questa differenza ? C'entra la religione, noi cattolici e loro protestanti ? C'entra il diverso concetto di società, di famiglia, di rapporti sociali ? O magari è una semplice questione di temperatura: costretti a inverni lunghi e freddi, vogliono godersi il più possibile la breve estate, e quindi stanno scalzi ogni volta che possono.



Insomma, qui si parla sempre di benefici per la salute, di cose pratiche come il fondo stradale, di coming out e di rimedi agli incidenti.

Proviamo, una volta, a volare molto più in alto ?

BarefootSoul

Numero di messaggi : 255
Età : 37
Data d'iscrizione : 07.03.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  GECO il Mar Nov 27 2018, 16:33

Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


GECO

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 25.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  FrancoR18 il Mar Nov 27 2018, 16:57

Semplicemente perchè mi va di farlo e perchè mi trovo più comodo/pratico.



GECO ha scritto:Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


Come ripeto sempre: se ci sono le condizioni per farlo, bene. Altrimenti sarà per la prossima volta. Nessuno di noi deve rendere conto a qualcuno o dimostrare di star almeno tot ore scalzo al mese. Very Happy
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 238
Età : 31
Data d'iscrizione : 20.09.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  John & Jane il Mar Nov 27 2018, 18:50

Grazie per avermi fatto tornare in mente quel notevole pittore: c'è più sul web che sui manuali !

John & Jane

Numero di messaggi : 410
Età : 70
Data d'iscrizione : 27.09.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  young_barefooter il Mer Nov 28 2018, 08:58

BarefootSoul ha scritto:
Insomma, qui si parla sempre di benefici per la salute, di cose pratiche come il fondo stradale, di coming out e di rimedi agli incidenti.

Proviamo, una volta, a volare molto più in alto ?

Beh diciamo che lo scopo del forum è anche (e soprattutto) poter parlare e confrontarsi proprio su argomenti di questo tipo.
Se tutti andassimo serenamente scalzi ovunque senza problema alcuno probabilmente avremmo molto meno da dirci e uno spazio di discussione come questo non avrebbe nemmeno tanto senso. Io stesso tendo ultimamente a scrivere poco sul forum dato che riesco a praticare lo scalzismo assiduamente e come mi pare e piace senza particolari problemi.  

Filosofeggiare sull'andare scalzi è bello ma rischia di essere un tantino fine a se stesso (soprattutto quando a cantarcela siamo solo noi scalzisti, gli altri non vengono sicuramente a leggersi il forum).
E non sempre uno ha il tempo materiale per mettersi a raccontare tutto ciò di buono che gli capita a piedi nudi.
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 1128
Data d'iscrizione : 02.01.08

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  GECO il Mer Nov 28 2018, 17:25

FrancoR18 ha scritto:Semplicemente perchè mi va di farlo e perchè mi trovo più comodo/pratico.



GECO ha scritto:Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


Come ripeto sempre: se ci sono le condizioni per farlo, bene. Altrimenti sarà per la prossima volta. Nessuno di noi deve rendere conto a qualcuno o dimostrare di star almeno tot ore scalzo al mese. Very Happy

Concordo. Il mio non è voler giudicare ma spronare. Io spesso penso che non si possa fare e vedere che altri lo fanno mi sprona a provare. Voglio dire non partiamo subito dicendo non riesco. Proviamo, magari scopriamo che si può fare che non è così impossibile. Daltronde non è che queste persono siano superman anche se per alcune di loro un po' lo credo pure io :-D Uno prova se poi non risce si ricalza ma almeno ci prova.
Non è la prima volta che leggo di qualcuno che appena fa un minimo freddo no mi fermo, fa un po' troppo caldo mi fermo, il pavimento non è liscio mi fermo ecc.
Poi per carità uno fa quello che gli pare ma se ci si ferma alla prima piccola difficoltà non si fa molta strada.
Cercare gradualmente di migliorare. Sempre che ad uno interessi.

GECO

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 25.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  FrancoR18 il Mer Nov 28 2018, 17:54

GECO ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:Semplicemente perchè mi va di farlo e perchè mi trovo più comodo/pratico.



GECO ha scritto:Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


Come ripeto sempre: se ci sono le condizioni per farlo, bene. Altrimenti sarà per la prossima volta. Nessuno di noi deve rendere conto a qualcuno o dimostrare di star almeno tot ore scalzo al mese. Very Happy

Concordo. Il mio non è voler giudicare ma spronare. Io spesso penso che non si possa fare e vedere che altri lo fanno mi sprona a provare. Voglio dire non partiamo subito dicendo non riesco. Proviamo, magari scopriamo che si può fare che non è così impossibile. Daltronde non è che queste persono siano superman anche se per alcune di loro un po' lo credo pure io :-D Uno prova se poi non risce si ricalza ma almeno ci prova.
Non è la prima volta che leggo di qualcuno che appena fa un minimo freddo no mi fermo, fa un po' troppo caldo mi fermo, il pavimento non è liscio mi fermo ecc.
Poi per carità uno fa quello che gli pare ma se ci si ferma alla prima piccola difficoltà non si fa molta strada.
Cercare gradualmente di migliorare. Sempre che ad uno interessi.

Esattamente. Se penso a "solo" 4 anni fa: manco in casa stavo scalzo. E non m'immaginavo nemmeno di uscire fuori di casa. Eppure ne ho fatto di strada nel mio piccolo Very Happy Come? Provandoci. Senza strafare e conoscendo i propri limiti.
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 238
Età : 31
Data d'iscrizione : 20.09.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  GECO il Ven Nov 30 2018, 14:46

FrancoR18 ha scritto:
GECO ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:Semplicemente perchè mi va di farlo e perchè mi trovo più comodo/pratico.



GECO ha scritto:Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


Come ripeto sempre: se ci sono le condizioni per farlo, bene. Altrimenti sarà per la prossima volta. Nessuno di noi deve rendere conto a qualcuno o dimostrare di star almeno tot ore scalzo al mese. Very Happy

Concordo. Il mio non è voler giudicare ma spronare. Io spesso penso che non si possa fare e vedere che altri lo fanno mi sprona a provare. Voglio dire non partiamo subito dicendo non riesco. Proviamo, magari scopriamo che si può fare che non è così impossibile. Daltronde non è che queste persono siano superman anche se per alcune di loro un po' lo credo pure io :-D Uno prova se poi non risce si ricalza ma almeno ci prova.
Non è la prima volta che leggo di qualcuno che appena fa un minimo freddo no mi fermo, fa un po' troppo caldo mi fermo, il pavimento non è liscio mi fermo ecc.
Poi per carità uno fa quello che gli pare ma se ci si ferma alla prima piccola difficoltà non si fa molta strada.
Cercare gradualmente di migliorare. Sempre che ad uno interessi.

Esattamente. Se penso a "solo" 4 anni fa: manco in casa stavo scalzo. E non m'immaginavo nemmeno di uscire fuori di casa. Eppure ne ho fatto di strada nel mio piccolo Very Happy Come? Provandoci. Senza strafare e conoscendo i propri limiti.

Dipende molto anche dal carattere. Chi è più estroverso non si fa problemi a mostrarsi scalzo in pubblico anzi magari gli fa anche piacere.
Io che non amo farmi notare trovo più facile vincere difficoltà fisiche come freddo, caldo, terreni impegnativi piuttosto che ostacoli di tipo psicologico come banalmente andare scalzo dai miei genitori. So che dovrei litigarci e per vari motivi preferisco lasciar perdere. E' giusto? NO so che sarebbe meglio dirglielo ma come ho detto varie volte preferisco di no. Poi imagari prima o poi lo scopriranno ma di mio non ho il coraggio di fare questo passo.
Come ho detto salvo imprevisti ad aprile correrò la mia prima maratona scalzo proprio a Milano. Sono conscio che qualcuno che mi conosce potrebbe vedermi o peggio potrei finire in TV o giornale e la cosa in un sol colpo diventare pubblica fra parenti, amici, colleghi ecc. La cosa da una parte mi mette in paranoia ma dall'altra potrebbe essere la soluzione a questi anni in cui mi nascondo sperando di non avere problemi per questo.

GECO

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 25.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  FrancoR18 il Ven Nov 30 2018, 15:04

GECO ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:
GECO ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:Semplicemente perchè mi va di farlo e perchè mi trovo più comodo/pratico.



GECO ha scritto:Camminare scalzo per me è un piacere soprattutto tattile. A volte anche un po' di sfida ai miei limiti sia psicologici sia fisici.
Per il discorso perché nei paesi nordici la cosa è più neturale credo sia un insieme di cose dal fatto che sono protestanti, dal fatto che sono più sportivi, meno mammoni, che escono di casa giovani, che amano maggiormente la natura.
Su FB vedo persone che stanno andando ancora scalze in nord europa con temperature anche sotto zero (una nonostante sia in Svezia mi dice che le temperature sono ancora sopra lo zero ma è buio presto ma nonostante il buio corre scalza).
Spesso credo che alcuni di noi passino più tempo a scrivere di scalzi invece di andarci.


Come ripeto sempre: se ci sono le condizioni per farlo, bene. Altrimenti sarà per la prossima volta. Nessuno di noi deve rendere conto a qualcuno o dimostrare di star almeno tot ore scalzo al mese. Very Happy

Concordo. Il mio non è voler giudicare ma spronare. Io spesso penso che non si possa fare e vedere che altri lo fanno mi sprona a provare. Voglio dire non partiamo subito dicendo non riesco. Proviamo, magari scopriamo che si può fare che non è così impossibile. Daltronde non è che queste persono siano superman anche se per alcune di loro un po' lo credo pure io :-D Uno prova se poi non risce si ricalza ma almeno ci prova.
Non è la prima volta che leggo di qualcuno che appena fa un minimo freddo no mi fermo, fa un po' troppo caldo mi fermo, il pavimento non è liscio mi fermo ecc.
Poi per carità uno fa quello che gli pare ma se ci si ferma alla prima piccola difficoltà non si fa molta strada.
Cercare gradualmente di migliorare. Sempre che ad uno interessi.

Esattamente. Se penso a "solo" 4 anni fa: manco in casa stavo scalzo. E non m'immaginavo nemmeno di uscire fuori di casa. Eppure ne ho fatto di strada nel mio piccolo Very Happy Come? Provandoci. Senza strafare e conoscendo i propri limiti.

Dipende molto anche dal carattere. Chi è più estroverso non si fa problemi a mostrarsi scalzo in pubblico anzi magari gli fa anche piacere.
Io che non amo farmi notare trovo più facile vincere difficoltà fisiche come freddo, caldo, terreni impegnativi piuttosto che ostacoli di tipo psicologico come banalmente andare scalzo dai miei genitori. So che dovrei litigarci e per vari motivi preferisco lasciar perdere. E' giusto? NO so che sarebbe meglio dirglielo ma come ho detto varie volte preferisco di no. Poi imagari prima o poi lo scopriranno ma di mio non ho il coraggio di fare questo passo.
Come ho detto salvo imprevisti ad aprile correrò la mia prima maratona scalzo proprio a Milano. Sono conscio che qualcuno che mi conosce potrebbe vedermi o peggio potrei finire in TV o giornale e la cosa in un sol colpo diventare pubblica fra parenti, amici, colleghi ecc. La cosa da una parte mi mette in paranoia ma dall'altra potrebbe essere la soluzione a questi anni in cui mi nascondo sperando di non avere problemi per questo.

Quello senz'altro.
Come ho detto anche nel topic Psicosi Italiane: tutti ci siamo passati per gli ostacoli psicologici. E non nego che, talvolta, mi fanno ancora capolino. Ma rispetto a 4 anni fa: strada ne ho fatta. Certo, c'è ancora molto da fare. Però mi ritengo soddisfatto. Arrow
Ovvio che, vedi il tuo caso della maratona, pure a me potrebbe "mettere in imbarazzo" questa attenzione mediatica "eccessiva".
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 238
Età : 31
Data d'iscrizione : 20.09.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  Marco53 il Ven Nov 30 2018, 22:05

E sì... dipende anche dal carattere e anche per uno come me che pratica lo scalzismo da anni la battaglia con la propria psiche è stata dura. Ma adesso va proprio come deve andare. Senza scarpe quando lo voglio e senza troppi problemi. E poiché guido scalzo più o meno da quando ho la patente, capita come ieri, giornata un po' uggiosa/nebbiosa (foschia più che altro) che mi fermo in un paese alle porte di Pavia a fare benzina da uno che praticava un buon prezzo. Scendo a piedi nudi e mi metto a trafficare per fare il pieno. Esce il gestore, tutto imbacuccato e naturalmente nota i miei piedini non certo invisibili e gli sale spontanea la più classica delle domande: "Ma non ha freddo"?
E io gli rispondo con un'altra domanda "Ma lei ha i guanti?"...  What a Face  Al che perplesso risponde di no e tira fuori le mani dalle tasche per mostrarle. E io: "se non fa così freddo da dover mettere i guanti alle mani, perché mettere le scarpe?"  clown  clown  clown
Però sono stato bravo. Mentre stava rimuginando qualcosa, prima che dicesse altro gli ho dato qualche spiegazione delle solite nostre e allora si è rilassato (era in leggera apprensione per il fatto un po' inusuale) e poi mi ha sorriso.
Stasera sono uscito brevemente a piedi scalzi per andare fino ai cassonetti dei rifiuti specifici per l'umido/biologico e per la carta ma ho percepito che faceva davvero freddo perché non avevo il cappello. Proprio vero che il corpo umano è una macchina complessa e confermo quanto detto tante volte: la testa è un dispersore di calore... Ai miei piedi però non gliene faceva un baffo e avrei potuto anche farmi una bella passeggiata se solo mi fossi coperto a dovere la testa!!!  santa
Vabbé, magari non col cappellino da Babbo Natale...
Saluti pre-invernali
Marco53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 839
Data d'iscrizione : 02.01.08

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  Spyro il Ven Dic 07 2018, 12:59

Per me zompettare a piedi nudi in primis è libertà personale, una rivincita sulla moda che impone etichette e scarpe anche in estate. Poi è anche sinonimo di salute, perchè camminare a piedi nudi fa bene e non ultimo per importanza, la riconnessione con la Natura; quando vado scalzo per i boschi mi sento tutt'uno con la Natura che mi circonda e con gli alberi...come se fossi un animale selvatico. Very Happy
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 698
Età : 32
Data d'iscrizione : 03.01.08

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  Arky il Mer Gen 16 2019, 11:49

Per me è sinonimo di consapevolezza e maturità. Spiego.
Mi è capitato, per problematiche meteorologiche, di spendere 5 ore all'aeroporto di Dubai che, per quanto bello e grande, dopo un po' rompe comunque le palle. Dopo tre gg in giacca, cravatta e scarpe lucide, a 32 e passa gradi (inizio dicembre) ho speso l'ultimo gg scalzo, e così mi sono presentato all'aeroporto. Ad un certo punto, durante le famose 5 ore, entro all'Hard Rock ( ne hanno aperto uno anche dentro l'aeroporto quest'anno), e al momento di pagare, la ragazza mi chiede come mai non avessi niente ai piedi.
Alla mia risposta "perché mi piace", lei incredula mi fa "ma davvero?". Devo dire che un pochino mi ha spiazzato e così, incredibilmente (era tardi, ero stanco, sono uno riservato, mi giravano le palle per il ritardo, ecc) ho cominciato a spiegarle qualcosa che oggi, al contrario di anni fa, mi sembra ovvia.
"Si mi piace, come a te magari piace ascoltare la musica dalle cuffiette, o come ti piace andare a ballare. E' qualcosa che mi fa bene, a livello emotivo. Non è perchè mi fanno male le scarpe, o perchè è caldo, o perchè cerco un contatto con madre natura. Mi piace. e da qualche tempo ne sono pienamente consapevole. E alla soglia dei 40 (-2) sono ormai maturo per accettare questa cosa, e parlarne e viverla serenamente. Quando posso, vado scalzo. Ovunque e con chiunque. Ho una bella famiglia, un buon lavoro, una vita sociale normalissima, e vado in giro senza scarpe. Fine."
Mi aspettavo un "uau, sei un figo! grande, ti invidio, ecc" e invece "Ah...se mi fai una firma per la carta di credito grazie...buon volo". Smile
Uscendo, ho cominciato a pensare come anni fa avrei accampato mille scuse per l'essere scalzo, e come invece oggi, davvero, mi scalzo ogni volta che ne ho voglia, facendomi sempre meno paranoie e fregandomene di tutto e tutti.
Ultimamente lascio di proposito le scarpe a casa( o in auto o in albergo) e via. devo ancora risolvere la problematica dei bagni, ma fortunatamente riesco a farne a meno per diverse ore.
Consapevolezza e maturità. che sintetizzando, può riassumersi in "vecchiaia". Smile
avatar
Arky

Numero di messaggi : 155
Data d'iscrizione : 21.02.12

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  FrancoR18 il Mer Gen 16 2019, 14:16

Arky ha scritto:Per me è sinonimo di consapevolezza e maturità. Spiego.
Mi è capitato, per problematiche meteorologiche, di spendere 5 ore all'aeroporto di Dubai che, per quanto bello e grande, dopo un po' rompe comunque le palle. Dopo tre gg in giacca, cravatta e scarpe lucide, a 32 e passa gradi (inizio dicembre) ho speso l'ultimo gg scalzo, e così mi sono presentato all'aeroporto. Ad un certo punto, durante le famose 5 ore, entro all'Hard Rock ( ne hanno aperto uno anche dentro l'aeroporto quest'anno), e al momento di pagare, la ragazza mi chiede come mai non avessi niente ai piedi.
Alla mia risposta "perché mi piace", lei incredula mi fa "ma davvero?". Devo dire che un pochino mi ha spiazzato e così, incredibilmente (era tardi, ero stanco, sono uno riservato, mi giravano le palle per il ritardo, ecc) ho cominciato a spiegarle qualcosa che oggi, al contrario di anni fa, mi sembra ovvia.
"Si mi piace, come a te magari piace ascoltare la musica dalle cuffiette, o come ti piace andare a ballare. E' qualcosa che mi fa bene, a livello emotivo. Non è perchè mi fanno male le scarpe, o perchè è caldo, o perchè cerco un contatto con madre natura. Mi piace. e da qualche tempo ne sono pienamente consapevole. E alla soglia dei 40 (-2) sono ormai maturo per accettare questa cosa, e parlarne e viverla serenamente. Quando posso, vado scalzo. Ovunque e con chiunque. Ho una bella famiglia, un buon lavoro, una vita sociale normalissima, e vado in giro senza scarpe. Fine."
Mi aspettavo un "uau, sei un figo! grande, ti invidio, ecc" e invece "Ah...se mi fai una firma per la carta di credito grazie...buon volo". Smile
Uscendo, ho cominciato a pensare come anni fa avrei accampato mille scuse per l'essere scalzo, e come invece oggi, davvero, mi scalzo ogni volta che ne ho voglia, facendomi sempre meno paranoie e fregandomene di tutto e tutti.
Ultimamente lascio di proposito le scarpe a casa( o in auto o in albergo) e via. devo ancora risolvere la problematica dei bagni, ma fortunatamente riesco a farne a meno per diverse ore.
Consapevolezza e maturità. che sintetizzando, può riassumersi in "vecchiaia". Smile

Concordo.
Pure io, ultimamente, rispondo alla domanda "ma perchè"? Perchè mi piace, perchè mi va di farlo. Un pò come indossare un vestito. Perchè mi piace/comodo o quel che è. Punto. Very Happy
Senza rendere conto a nessuno. Lo faccio perchè mi va di farlo.
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 238
Età : 31
Data d'iscrizione : 20.09.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  Andy il Gio Gen 17 2019, 19:58

BarefootSoul ha scritto:Libertà ? Leggerezza ? Ritorno a un'ideale di purezza, tipico dell'infanzia non solo della singola persona ma di un'intera civiltà ?

Che cosa significa, "filosoficamente", stare a piedi nudi ? (ma il discorso si può estendere al nudismo/naturismo integrale)
...........................................
Ciaoooooooo!!!!!!!!! cheers
Per me è come andare in esplorazione in un altro pianeta.
Tutte le piacevoli sensazioni di caldo, freddo, ruvido, liscio, spigoloso, soffice... sono precluse e del tutto sconosciute agli scarpati che mi circondano. Sono soltanto IO ed IO SOLO a godere di tutte queste magnifiche sensazioni che mi regala l'organo del tatto.
Oltre, ovviamente, al senso di libertà.

Ciaoooooooooooo!!!!!!!!
A - N - D - Y geek
avatar
Andy

Numero di messaggi : 263
Data d'iscrizione : 02.01.08

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  bfpaul Ieri alle 18:29

Andy ha scritto:
BarefootSoul ha scritto:Libertà ? Leggerezza ? Ritorno a un'ideale di purezza, tipico dell'infanzia non solo della singola persona ma di un'intera civiltà ?

Che cosa significa, "filosoficamente", stare a piedi nudi ? (ma il discorso si può estendere al nudismo/naturismo integrale)

...........................................
Ciaoooooooo!!!!!!!!! cheers
Per me è come andare in esplorazione in un altro pianeta.
Tutte le piacevoli sensazioni di caldo, freddo, ruvido, liscio, spigoloso, soffice... sono precluse e del tutto sconosciute agli scarpati che mi circondano. Sono soltanto IO ed IO SOLO a godere di tutte queste magnifiche sensazioni che mi regala l'organo del tatto.
Oltre, ovviamente, al senso di libertà.

Ciaoooooooooooo!!!!!!!!
A - N - D - Y geek

Ciao Andy!!!
E' un piacere sentirti, fatti sentire più spesso ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi è sinonimo di...?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum