Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Naike il Sab Ott 23 2010, 13:24

Buongiorno al forum, sono Naike, 34 anni, e mi sono appena iscritta, digito dal Molise.

Sono scalzista principiante, cammino senza 'protesi' dal mese di agosto. In casa è ormai una abitudine, mentre all'esterno per adesso solo in alcune occasioni.
Camminare scalza per me è stato sempre un piacere, ma fino ad agosto me lo sono concesso sempre con avarizia, a causa dei preconcetti di cui sono stata vittima, come voi. Non è facile liberarsene e anche adesso, quotidianamente, devo lottare con alcuni timori ricorrenti. Comunque, in questi pochi mesi, ho fatto le mie esperienze gratificanti..
Innanzitutto, dopo essermi faticosamente liberata della paura di ammalarmi e dell'ossessione di sporcarmi, mi sono riappropriata della libertà assoluta in casa, di camminare e correre liberamente, senza paura di inciampare con le pantofole, senza pesi inutili, senza tacchi innaturali..insomma senza scarpe!
La qualità della vita è decisamente migliorata.
Ma, fuori casa, converrete anche voi, è tutta un'altra storia!
Un risultato importante l'ho raggiunto: ho buttato tutte le scarpe coi tacchi, (e li usavo spesso) ed ora uso solo infradito piatte per uscire, anche in questi giorni. Questa piccola, grande rivoluzione esistenziale mi ha salvato dal mal di gambe, di schiena e di piedi!
Tuttavia le uscite scalze sono state pochissime, finora, e sempre fuori dal mio paese. E non sono state facili. Non tanto per una questione sociale, (non mi importa della gente che non conosco), quanto per la fatica! Vi giuro che per me è faticoso camminare scalza, è come un esercizio fisico, una ginnastica, devo usare di più i muscoli. Poi c'è la questione degli ostacoli cui stare attenta e di alcune superfici "toste", tipo l'asfalto ruvido, il brecciato ed i sanpietrini sconnessi. Per non parlare dell'entrare nei negozi...

Comunque, non voglio porre troppe questioni tutte insieme, so che in questo form sono già state trattate e sviscerate molto. Ma sono sempre attuali!

La maggiore difficoltà che sto vivendo in questo momento, ovviamente è...il freddo! Embarassed
Da quando le temperature sono calate, anche a casa sta diventando difficile stare scalza..la mia casa è grande, spaziosa, piena di scale e questo è un vantaggio, però è ghiacciata.
In alcuni momenti devo reindossare le infradito perchè non ce la faccio. Non so come comportarmi, se assecondare questo bisogno di calore o resistere. Tra l'altro ho un problema oggettivo: sono nati dei geloni ad alcune dita e mi fanno male.
Devo preoccuparmi?


Scusate per la lunghezza e grazie a chi vorrà consigliarmi.

A presto!!!

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  lucignolo il Sab Ott 23 2010, 16:03

Naike ha scritto:Camminare scalza per me è stato sempre un piacere, ma fino ad agosto me lo sono concesso sempre con avarizia, a causa dei preconcetti di cui sono stata vittima, come voi. Non è facile liberarsene e anche adesso, quotidianamente, devo lottare con alcuni timori ricorrenti.
Ciao, Naike (da non confondere con le Nike Smile ).
I timori, eh? Sono le nostre catene naturali, nessuno se ne libererà mai al 100%.
Sono un po' come il Diavolo: la sua forza è far credere di non esistere.
Sapere di avere catene fa nascere il desiderio di liberarsene e questo è un ottimo punto di partenza.
Ma, fuori casa, converrete anche voi, è tutta un'altra storia!
Diciamo che questo è il nocciolo della questione.
Come ha sempre sostenuto Paolo Selis, è barefooter chi desidera liberarsi dalle calzature, anche solo in casa.
Concettualmente è corretto, ma il Nato Scalzo è un ribelle che vuole andare oltre, che si è reso conto di certe catene e che ha deciso di liberarsi di loro.
Le catene sono corte e ci limitano i movimenti.
Finché non le tendi non ti rendi nemmeno conto della loro esistenza, ma se esci di casa sentirai uno strappo deciso.
O rientri o le tagli.
Sono forti e resistenti e ci fanno sentire normali perché tutti le hanno; tagliarle suona un po' come un atto di ribellione contro il nostro signore e padrone: il Dr. Conformità.
Non tanto per una questione sociale, (non mi importa della gente che non conosco), quanto per la fatica! Vi giuro che per me è faticoso camminare scalza, è come un esercizio fisico, una ginnastica, devo usare di più i muscoli. Poi c'è la questione degli ostacoli cui stare attenta e di alcune superfici "toste", tipo l'asfalto ruvido, il brecciato ed i sanpietrini sconnessi. Per non parlare dell'entrare nei negozi...
Piano, piano. Una cosa alla volta!
Certo che non ti importa di chi non ti conosce: è un concetto condiviso.
Io sono partito dal contrario, perché, a mio avviso, è più facile che ti capisca chi ti conosce che una persona che non sa nulla di te.
Si tratta solo di togliere la maschera, quella che indossiamo tutti i giorni per spacciare un'identità che non è la nostra, per compiacere più gli altri che noi stessi.
Una sfida alla nostra felicità, insomma, un atto estremo di masochismo per svendere la nostra identità in cambio di un sorriso sociale ipocrita e senza un ritorno concreto e profondo.
È difficile mettere in pratica il concetto? Eccome! Me ne rendo conto.

Il brecciolino, le superfici impegnative......ostacoli fisici che si superano con facilità, basta non strafare ed accontentarsi di piccoli successi quotidiani.
Il problema vero lo hai già sottolineato: è quello interiore e, forse, non lo vincerai mai del tutto.
Se avrai la fortuna di poter uscire scalza con un/una calzato/a che non si pone troppi problemi di immagine, vedrai che tanti ostacoli interiori si dissolveranno come neve al sole.
Mia moglie, in questo, è stata per me un grande aiuto nei momenti peggiori.
In alcuni momenti devo reindossare le infradito perchè non ce la faccio. Non so come comportarmi, se assecondare questo bisogno di calore o resistere. Tra l'altro ho un problema oggettivo: sono nati dei geloni ad alcune dita e mi fanno male.
Devo preoccuparmi?
I geloni o eritema pernio sono manifestazioni cutanee che presuppongono una certa predisposizione e, verosimilmente, qualche problema circolatorio periferico.
Il freddo umido è la causa scatenante, ma non la causa primaria.
Vedi, ad esempio, http://www.agenziadistampa.eu/dermatologia/donati-geloni201.html.
Non so dirti se, piano piano, abituandosi ad andare scalzi con il freddo, evitando l'umidità, anno dopo anno, la situazione possa migliorare.
Se fosse così ci sarebbe molto da scrivere, in ambito scientifico, sull'efficacia irragionevole del camminare scalzi come Mamma Natura ci ha progettati.
Di sicuro i primi freddi, così come i primi caldi, sono condizioni che stressano ai massimi livelli le nostre capacità di adattamento.
Prudenza, quindi, durante i cambi di stagione, ma rimango convinto che i barefooters potrebbero, con un comportamento oculato, ribaltare molti preconcetti medici e fisiologici.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  bfpaul il Sab Ott 23 2010, 17:45

Naike ha scritto:Buongiorno al forum, sono Naike, 34 anni, e mi sono appena iscritta, digito dal Molise.

Sono scalzista principiante, cammino senza 'protesi' dal mese di agosto. In casa è ormai una abitudine, mentre all'esterno per adesso solo in alcune occasioni.
Camminare scalza per me è stato sempre un piacere, ma fino ad agosto me lo sono concesso sempre con avarizia, a causa dei preconcetti di cui sono stata vittima, come voi. Non è facile liberarsene e anche adesso, quotidianamente, devo lottare con alcuni timori ricorrenti. Comunque, in questi pochi mesi, ho fatto le mie esperienze gratificanti..
Innanzitutto, dopo essermi faticosamente liberata della paura di ammalarmi e dell'ossessione di sporcarmi, mi sono riappropriata della libertà assoluta in casa, di camminare e correre liberamente, senza paura di inciampare con le pantofole, senza pesi inutili, senza tacchi innaturali..insomma senza scarpe!
La qualità della vita è decisamente migliorata.
Ma, fuori casa, converrete anche voi, è tutta un'altra storia!
Un risultato importante l'ho raggiunto: ho buttato tutte le scarpe coi tacchi, (e li usavo spesso) ed ora uso solo infradito piatte per uscire, anche in questi giorni. Questa piccola, grande rivoluzione esistenziale mi ha salvato dal mal di gambe, di schiena e di piedi!
Tuttavia le uscite scalze sono state pochissime, finora, e sempre fuori dal mio paese. E non sono state facili. Non tanto per una questione sociale, (non mi importa della gente che non conosco), quanto per la fatica! Vi giuro che per me è faticoso camminare scalza, è come un esercizio fisico, una ginnastica, devo usare di più i muscoli. Poi c'è la questione degli ostacoli cui stare attenta e di alcune superfici "toste", tipo l'asfalto ruvido, il brecciato ed i sanpietrini sconnessi. Per non parlare dell'entrare nei negozi...

Comunque, non voglio porre troppe questioni tutte insieme, so che in questo form sono già state trattate e sviscerate molto. Ma sono sempre attuali!

La maggiore difficoltà che sto vivendo in questo momento, ovviamente è...il freddo! Embarassed
Da quando le temperature sono calate, anche a casa sta diventando difficile stare scalza..la mia casa è grande, spaziosa, piena di scale e questo è un vantaggio, però è ghiacciata.
In alcuni momenti devo reindossare le infradito perchè non ce la faccio. Non so come comportarmi, se assecondare questo bisogno di calore o resistere. Tra l'altro ho un problema oggettivo: sono nati dei geloni ad alcune dita e mi fanno male.
Devo preoccuparmi?


Scusate per la lunghezza e grazie a chi vorrà consigliarmi.

A presto!!!
Ciao Naike e benvenuta tra noi. E che bel nome!!!
Anche tu hai scoperto che si può - aggiungerei: e si deve - fare a meno delle scarpe, ma andiamo per gradi, perché hai affrontato diverse problematiche.
Innanzitutto, mai di colpo ma gradualmente; voglio dire: si comincia d'estate e si prosegue con volontà ferma in autunno. Si scopre che arriva anche l'inverno e siamo ancora scalzi, almenoché non si viva in un posto estremamente freddo.
Come si comincia? Andando scalzi in casa, come hai fatto tu e facendosi vedere dal maggior numero di persone possibile, i familiari si lasciano dire, tanto sono sempre statisticamente e illogicamente contrari.
Parola d'ordine: eccchissenefrega!!!!
Poi si va in giro, magari a pochi km da casa, meglio se da casa a pochi km di distanza, e si fa esperienza e anche un pochino di suola. Percorsi? Quelli più congeniali, terra e/o asfalto (quando dico asfalto, intendo anche marciapiedi e superfici artificiali) perchè quando ci si presenterà in pubblico, non si devono avere i piedi delicati del barefooter alla prima uscita. Comunque, bisogna saper camminare su tutti e due con disinvoltura.
Fatto questo, un bel giorno si torna a casa da pochi km di distanza con un paio di infradito rotte, una scarpa col tacco spezzato (te ne è rimasto almeno un paio?) e ci si fa vedere in giro tranquiillamente (almeno si fa finta ...). Domande? Certo, e si risponde come hai scritto tu: sto davvero bene, mi sento di essermi riappropriata di qualcosa di me che avevo dimenticato, credo che andrò scalza quanto più potrò d'ora in poi ...
E lo si fa. Lo si fa raccontando ancora le proprie sensazioni con molta tranquillità e invitando a provare.
Intanto continuerai a goderti le tue camminate senza mal di gambe, di schiena e di piedi. Ti abituerai e abituerai gli altri a vederti così; molto presto riceverai anche complimenti e sarà una piccola soddisfazione, perché quelle grandi te le regaleranno i tuoi piedi portandoti dove mai avresti pensato, a dispetto di tutte le remore, le occhiate storte o perplesse, le critiche e le obiezioni.
Come faccio a prevedere queste cose? Perché ci sono passato e ci siamo passati in un modo o nell'altro, tutti.

E veniamo al freddo, che sta cominciando a far danni fra molti di noi.
A mio avviso, si potrebbe fare così.
Si esce al mattino, sapendo di dover fare una camminata di almeno un'ora e si resiste alla sensazione di non sentire più i piedi, pensando ad altro. Se pensi ai piedi, ti diranno che hanno freddo, ma tu lasciali dire perché devono abtuarsi. Pensa invece: quanto fa 12x15? 12x10 sono 120, 12x5 sono 60, 120+60 sono 180. Poi fai un altro conto, magari più complicato e intanto cammina svelta badando bene dove metti i piedi perché sono anestetizzati e non sentirebbero se ti fai male.
Dopo un tempo variabile da 15 a 30 minuti dovresti cominciare a riavere la sensibilità, forse anche un po' di dolore. Continua a camminare, basta che l'ora di camminata finisca dove tu vuoi, meglio se a casa.
Arrivata a casa, lascia i piedi come stanno e fai tutto ciò che devi, meglio se non stai troppo ferma; se ti fermi, ogni tanto vai in giro, fai qualcosa, non lasciare i piedi senza movimento. Scoprirai che i piedi possono essere freddi, ma tu starai al caldo, confortevolmente bene.
L'esercizio serve non solo a condizionare i piedi, ma ad abituare l'organismo a reagire al freddo ed il risultato è quello di avere meno freddo. Anche questa è un'esperienza comune fra noi, ma vale la pena di ricordarla.
In tutto questo, un paio di cose:
- sempre un paio di sandali di soccorso e un piccolo kit di emergenza;
- mai esagerare, le distanze si allungano gradualmente;
- non temere l'asfalto, crea rapidamente le suole ed è sempre a portata "di piede";
- per le superfici difficili (brecciolino, ghiaia) ci sarà tempo.

Sui geloni non mi sbilancio perché non ne soffro e non saprei che dire; in linea generale credo che abituandosi gradualmente al freddo, anche quelli dovrebbero regredire e sparire.
Sono stato un po' lunghetto anch'io alla prima volta. Ma mi sembrava giusto rispondere alla tua richiesta di aiuto; adesso tanti altri avranno da suggerire rimedi e strategie e ne verrà fuori un interessante discorso.

bfpaul




avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

anche col freddo scalzi

Messaggio  brunetto il Sab Ott 23 2010, 22:55

[ciao Naike, anch'io abbastanza principiante scazista in esterno da luglio/agosto ma in casa da sempre. sto a rimini e penso sia di poco più freddo del molise, però penso bisogna capire in quele zona del molise tu abiti. io cammino scalzo quasi tutti i giorni, faccio un lavoro che mi porta fuori tutto il giorno e quando non ho "visite" di lavoro tolgo le scarpe e via.
Più ti abitui a camminare scalza e più ti "pesa" il dover rimettere le scarpe anche se noi maschietti non abbiamo mai avuto la schiavitù dei tacchi alti o scarpe strette.
ieri eroa Cervia ed aMilano Marittima, ho avuto molto tempo libero e forse ho spinto un pò troppo a camminare scalzo un po dappertutto ed anche su pavimentazioni asfaltate del tipo "rugoso".
Oggi mi fanno un pò male le piante deipiedi nella zona alta, sotto le dita, ho fatto 2 pediluvi con acqua calda e bicarbonato e/o sale e poi crema tipo quella delle mani.
spero d'aver fatto bene.
Per il resto giudizi o commenti della gente me ne infischio, anche se non ne ho mai ricevuti neppure in certi posti (bar) che frequento in modo abitudinario.
L'altro giorno in un grosso centro commerciale di San Marino ero scalzo nell'ascensore con diverse persone ed ho percepito che due o tre di loro si attiravano le attenzioni che c'era una persna scalzasull ascensore. ovviamente ho fatto finta di niente.
quanto ai geloni che dici di avere penso che anche lì sia un problema che dovrebbe scomparire con l'abitudine, ma forse un parere di chi è più esperto è meglio (leggasi Paolo).
Un caro saluto dalla romagna
brunetto






Ciaoquote="Naike"]Buongiorno al forum, sono Naike, 34 anni, e mi sono appena iscritta, digito dal Molise.

Sono scalzista principiante, cammino senza 'protesi' dal mese di agosto. In casa è ormai una abitudine, mentre all'esterno per adesso solo in alcune occasioni.
Camminare scalza per me è stato sempre un piacere, ma fino ad agosto me lo sono concesso sempre con avarizia, a causa dei preconcetti di cui sono stata vittima, come voi. Non è facile liberarsene e anche adesso, quotidianamente, devo lottare con alcuni timori ricorrenti. Comunque, in questi pochi mesi, ho fatto le mie esperienze gratificanti..
Innanzitutto, dopo essermi faticosamente liberata della paura di ammalarmi e dell'ossessione di sporcarmi, mi sono riappropriata della libertà assoluta in casa, di camminare e correre liberamente, senza paura di inciampare con le pantofole, senza pesi inutili, senza tacchi innaturali..insomma senza scarpe!
La qualità della vita è decisamente migliorata.
Ma, fuori casa, converrete anche voi, è tutta un'altra storia!
Un risultato importante l'ho raggiunto: ho buttato tutte le scarpe coi tacchi, (e li usavo spesso) ed ora uso solo infradito piatte per uscire, anche in questi giorni. Questa piccola, grande rivoluzione esistenziale mi ha salvato dal mal di gambe, di schiena e di piedi!
Tuttavia le uscite scalze sono state pochissime, finora, e sempre fuori dal mio paese. E non sono state facili. Non tanto per una questione sociale, (non mi importa della gente che non conosco), quanto per la fatica! Vi giuro che per me è faticoso camminare scalza, è come un esercizio fisico, una ginnastica, devo usare di più i muscoli. Poi c'è la questione degli ostacoli cui stare attenta e di alcune superfici "toste", tipo l'asfalto ruvido, il brecciato ed i sanpietrini sconnessi. Per non parlare dell'entrare nei negozi...

Comunque, non voglio porre troppe questioni tutte insieme, so che in questo form sono già state trattate e sviscerate molto. Ma sono sempre attuali!

La maggiore difficoltà che sto vivendo in questo momento, ovviamente è...il freddo! Embarassed
Da quando le temperature sono calate, anche a casa sta diventando difficile stare scalza..la mia casa è grande, spaziosa, piena di scale e questo è un vantaggio, però è ghiacciata.
In alcuni momenti devo reindossare le infradito perchè non ce la faccio. Non so come comportarmi, se assecondare questo bisogno di calore o resistere. Tra l'altro ho un problema oggettivo: sono nati dei geloni ad alcune dita e mi fanno male.
Devo preoccuparmi?


Scusate per la lunghezza e grazie a chi vorrà consigliarmi.

A presto!!![/quote]
avatar
brunetto

Numero di messaggi : 46
Età : 65
Data d'iscrizione : 01.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Ciao!

Messaggio  Naike il Sab Ott 23 2010, 23:03

Grazie per le risposte...avete scritto tante cose interessanti, devo rielaborarle.

Rileggendo il mio post, mi viene un pò da ridere: alcune cose che ho scritto sono di una ingenuità impressionante! Embarassed
Da come ho scritto sembra quasi che i condizionamenti sociali non mi riguardino più..altrochè!
Ne ho avuto la riprova proprio oggi, visto che sono uscita con gli infradito, nonostante le temperature bassine e l'umidità pungente..ho anche percorso alcuni metri scalza! bounce
Bè che dire..nonostante sia andata fuori paese, in una cittadina vicina, dove non ho incontrato quasi conoscenti, mi sono sentita a disagio..insomma adesso l'infradito si nota parecchio, così come io ho notato sguardi interrogativi ed insistenti, ed ho captato commenti esclamativi e stupiti. Qualcuno, devo ammetterlo, mi ha guardato come se fossi una povera pazza, ma vi giuro che ho stretto i denti e li ho riguardati allo stesso modo, senza abbassare gli occhi..non devo vergognarmi di nulla! tongue
Però è stata dura e devo abituarmi all'idea che un pò sarà sempre così.

Per quanto riguarda i conoscenti, condivido quello che ha detto Lucignolo: chi mi conosce, mi capisce e non mi giudica. E infatti così è stato. In realtà io mi riferivo ai cosiddetti "conoscenti", ovvero quel microcosmo di gente che conosci da sempre, anche se ci hai appena parlato, quelli che saluti senza mai avvicinarti, quelli che sanno chi è la tua famiglia, i parenti che commentano...eccetera. Succede così in un piccolo paese qual è quello in cui vivo. Chiaramente di chi non ho mai visto mi importa poco, anche se pure in questo caso dipende sempre dal contesto.
Sono gli sguardi del microcosmo che mi "incatenano". Mi incatena il timore che la mia famiglia possa soffrire perchè gli altri pensano che sono diventata pazza (già lo pensano un pò), mi incatena il pensiero di poter "non piacere" (sì devo ammetterlo), di essere (ulteriormente) isolata, di essere ridicolizzata.
Sapete, nonostante la veneranda età vivo ancora in famiglia e questo per forza di cose, mi condiziona.

'Si tratta solo di togliere la maschera, quella che indossiamo tutti i giorni per spacciare un'identità che non è la nostra, per compiacere più gli altri che noi stessi.
Una sfida alla nostra felicità, insomma, un atto estremo di masochismo per svendere la nostra identità in cambio di un sorriso sociale ipocrita e senza un ritorno concreto e profondo.
È difficile mettere in pratica il concetto? Eccome! Me ne rendo conto.'

Quanto è vero! Smile
Se ci rifletto: cosa mi importa degli emeriti sconosciuti che ogni giorno incontro sulla mia strada? Cosa può contare la loro opinione nella mia vita? La loro approvazione? Nulla! Nulla! Nulla! Se non una falsa rassicurazione.
Quanto è difficile...è difficile reggere lo sguardo di chi ti crede pazza e sembra spaventato...oddio mi viene l'ansia solo al pensiero Laughing Se immagino tanti componenti di quel microcosmo tutti insieme in un supermercato ad esempio..che mi guardano e si chiedono cosa succede, cosa mi è successo..e poi passa di lì anche mia madre..no, non posso farcela Neutral
Però mi viene anche da ridere! Laughing

Questione superfici e questione geloni: per la prima, so che le cose migliorano gradualmente, con l'allenamento e l'abitudine, quindi mi preoccupa solo in parte. Farò il callo, come si suol dire.
Stasera ho camminato scalza per un buon tratto (ero con mia sorella che ha finalmente superato la vergogna di essermi vicino) e mi sono sentita subito meglio..con gli infradito non è la stessa cosa!
Ho sentito subito più caldo. E poi è stato bello perchè ho beccato superfici lisce e stranamente tiepide! Però anche i geloni si sono fatti sentire, fanno male...le dita sono gonfie e arrossate e prudono..quando sono entrata al ristorante (con infradito) i piedi erano caldissimi ma facevano male...
Il problema è alla base, effettivamente. La mia microcircolazione non è perfetta, questione di famiglia. In inverno soffro sempre di geloni, specie quando passo dal freddo al caldo..A mia sorella quand'era piccola, diventavano le dita viola e si spaccavano..
Ho iniziato ad assumere degli integratori specifici, a base di mirtillo, escina, centella asiatica eccetera, ma non so quanto mi aiuteranno. Voglio provare anche con dei massaggi.
Mi fermo qui, anche se avrei ancora cose da dire e commenti da fare ai vostri post. Rimando alla prossima.
Grazie per i consigli..vi abbraccio

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea77 il Sab Ott 23 2010, 23:47

Ciao Naike, benvenuta anche da pate mia.
---
Sapete, nonostante la veneranda età vivo ancora in famiglia e questo per forza di cose, mi condiziona.
---

Io credo che ti posso capire meglio di tutti. Ho 33 anni e vivo con i miei.
Proprio per questo i miei genitori, parenti, amici non sanno di questa mia passione. E' chiaro che per tener nascosta questa cosa alla fine le mie usite scale sono sporadiche pur essendo ormai anni che vado scalzo. Aggiungi poi che al lavoro devo andare calzato e lo stesso in montagna (tranne rare passeggiate semplici con gli amici del forum).
Già il fatto che tu sia uscita scalza con tua sorella è un ottimo risultato.
Quelle poche volte che ho girato scalzo per Milano, dove vivo, ero sempre in tensione per il timore di incontrare qualcuno che mi conosce.
Fortunatamente nonostante il poco allenamento mi muovo discretamente anche su superfici abbastanza difficili.
Credo che oltre all'allenamento graduale e ad una certa dose di sopportazione sia molto importante come ti muovi.
Il passo deve essere il più rilassato, naturale e deciso possibile e il piede deve posare delicatamente stando rilassato e non contratto.
Per i gelonio non so cosa dirti perché per fortuna non ne soffro ma da quanto ho capito ne soffri anche quando sei calzata? Non so se possa essere utile ma normalmente se cammini velocemente la circolazione si attiva e il fredo passa. Se non lo hai già fatto consulta un medico.

Dimenticavo.
Come già detto da altri cerca di non demordere e prosegui ad andare scalza ma facendo le cose per gradi senza strafare.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Paolo

Messaggio  Naike il Dom Ott 24 2010, 12:24

Sì in effetti è quello che sto facendo, voglio dire, spontaneamente sto procedendo per gradi. In casa è stato facile ed immediato, in estate e ai principi dell'autunno è stata una pacchia, ma adesso, come ho detto, sto lottando col pavimento ghiacciato ed ogni tanto riprendo le infradito.
Il punto è che, dato che lavoro in casa al pc, trascorro intere giornate seduta e ferma e quindi immaginate la sofferenza..dopo un pò i piedi chiedono pietà, nonostante usi il tappetino o le infradito. Ieri invece la passeggiata mi ha fatto tanto bene..non sentivo più freddo. Ogni tanto, specie quando spunta qualche raggio di sole, faccio qualche passo in giardino, sull'erbetta, insieme ai gatti, sulla terra, oppure sul cotto tiepido, ma ovviamente non è sufficiente per riscaldarmi.
All'esterno non potrei fare altro che procedere gradualmente...sono i miei piedi che me lo chiedono! Qui al mio paese continuo a nascondermi e cammino solo in zone periferiche che purtroppo sono anche le più difficili, le meno pulite e le più sconnesse.
All'escamotage della scarpa rotta avevo pensato anch'io!!! Laughing In effetti è la prima cosa che mi viene in mente quando incontro qualcuno e sono scalza con i sandali in mano..una scusa vale l'altra, anche quella del callo malefico non è male.
Cmq è vero anche questo: non si ricevono solo sguardi perplessi o critiche.
Qualcuno ha chiesto con curiosità e cortesia ed ha apprezzato. Ed ho saputo gestire la situazione. Twisted Evil

Saluto Brunetto e Andrea.
Ammiro Brunetto per la sua disinvoltura e lo invidio perchè nessuno lo nota Very Happy
Abito nel basso Molise, vicino Termoli, quindi non è freddissimo, ma la neve comunque arriva sempre.

Andrea, come fai a tenere nascosta questa cosa ai tuoi?
Per me è impossibile, se ne sono accorti tutti..e comunque ho cercato da subito di "convertire" la mia famiglia, ovviamente con scarsi risultati. Però ho notato che mia madre adesso cucina senza scarpe solo con le calze Laughing
Da quando si sono accorti che esco con gli infradito e che ho intenzione di continuare a farlo, però, le cose sono cambiate. Finchè era estate, tutto ok. Proprio qualche giorno fa c'è stato un acceso confronto...(eufemismo)
Sì di geloni soffro da sempre, anche quando ero calzata..però prima me ne accorgevo di meno, perchè appunto portavo calze e scarpe e avevo meno contatto con i miei piedi. Chiaramente esponendoli al freddo fanno più male, credo che se indossassi dei calzini di lana forse potrebbero migliorare..o fare meno male...non lo so.
Però non mi va di soffocare il piede con le calze...è proprio vero, più passa il tempo più è difficile rinunciare al piede nudo. Chiaramente adesso è diventata anche una sfida Wink

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  ALEBO il Dom Ott 24 2010, 12:34

Naike ha scritto:Sì in effetti è quello che sto facendo, voglio dire, spontaneamente sto procedendo per gradi. In casa è stato facile ed immediato, in estate e ai principi dell'autunno è stata una pacchia, ma adesso, come ho detto, sto lottando col pavimento ghiacciato ed ogni tanto riprendo le infradito.
Il punto è che, dato che lavoro in casa al pc, trascorro intere giornate seduta e ferma e quindi immaginate la sofferenza..dopo un pò i piedi chiedono pietà, nonostante usi il tappetino o le infradito. Ieri invece la passeggiata mi ha fatto tanto bene..non sentivo più freddo. Ogni tanto, specie quando spunta qualche raggio di sole, faccio qualche passo in giardino, sull'erbetta, insieme ai gatti, sulla terra, oppure sul cotto tiepido, ma ovviamente non è sufficiente per riscaldarmi.
All'esterno non potrei fare altro che procedere gradualmente...sono i miei piedi che me lo chiedono! Qui al mio paese continuo a nascondermi e cammino solo in zone periferiche che purtroppo sono anche le più difficili, le meno pulite e le più sconnesse.
All'escamotage della scarpa rotta avevo pensato anch'io!!! Laughing In effetti è la prima cosa che mi viene in mente quando incontro qualcuno e sono scalza con i sandali in mano..una scusa vale l'altra, anche quella del callo malefico non è male.
Cmq è vero anche questo: non si ricevono solo sguardi perplessi o critiche.
Qualcuno ha chiesto con curiosità e cortesia ed ha apprezzato. Ed ho saputo gestire la situazione. Twisted Evil

Saluto Brunetto e Andrea.
Ammiro Brunetto per la sua disinvoltura e lo invidio perchè nessuno lo nota Very Happy
Abito nel basso Molise, vicino Termoli, quindi non è freddissimo, ma la neve comunque arriva sempre.

Andrea, come fai a tenere nascosta questa cosa ai tuoi?
Per me è impossibile, se ne sono accorti tutti..e comunque ho cercato da subito di "convertire" la mia famiglia, ovviamente con scarsi risultati. Però ho notato che mia madre adesso cucina senza scarpe solo con le calze Laughing
Da quando si sono accorti che esco con gli infradito e che ho intenzione di continuare a farlo, però, le cose sono cambiate. Finchè era estate, tutto ok. Proprio qualche giorno fa c'è stato un acceso confronto...(eufemismo)
Sì di geloni soffro da sempre, anche quando ero calzata..però prima me ne accorgevo di meno, perchè appunto portavo calze e scarpe e avevo meno contatto con i miei piedi. Chiaramente esponendoli al freddo fanno più male, credo che se indossassi dei calzini di lana forse potrebbero migliorare..o fare meno male...non lo so.
Però non mi va di soffocare il piede con le calze...è proprio vero, più passa il tempo più è difficile rinunciare al piede nudo. Chiaramente adesso è diventata anche una sfida Wink

Saluti anche da parte mia, è vero che i geloni danno fastidio. Anche io in questo periodo ho problemi ai piedi per tagli che mi fanno male, ma cerco di non desistere dal camminare scalzo anche se con meno frequenza. Come tu dici " più il tempo passa più è difficile rinunciare al piede nudo". Ciao. ALEBO
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 451
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Enzo il Dom Ott 24 2010, 12:42

-


Ultima modifica di Enzo il Mer Dic 01 2010, 22:56, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Naike il Dom Ott 24 2010, 13:08

Non esiste una prevenzione specifica ed efficace per i geloni (a parte il consiglio di coprirsi adeguatamente (guanti e calze di tessuti termici, e di esporsi meno possibile al freddo umido);

Ecco, questo è quanto ho letto su un sito di dermatologia. Quindi niente più piedi scalzi? Sad

Ciao Alebo e ciao Enzo.
Ma la micosi= funghi? Non credo di avere i funghi..dalle immagini che ho visto in rete mi sembrano una cosa molto diversa...


Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea Grasselli il Dom Ott 24 2010, 14:00

ciao Naike,

un benvenuto anche da parte mia!

complimenti per la tua scelta di vivere scalza, è proprio bella e liberatoria! e complimenti per affrontare le difficoltà!

riguardo ai geloni, purtroppo non posso dirti nulla, perché non né ho mai sofferto. riguardo ai benefici dell'essere scalza quando fa freddo, lo dici tu stessa che hai avuto freddo seduta davanti all'ordinatore, ma meno fuori camminando: è proprio come dice Paolo: camminare, muoversi... è così che si attiva la circolazione. e se sei all'ordinatore, muovi i piedi nudi in tutte le direzioni, magari giocaci con qualche oggetto per fare pressione sui diversi punti. essendo scalza, tutti i movimenti saranno più liberi.

ti capisco che più il tempo passa e più la voglia di scalzarti aumenta: è stato così anche per me! ora con l'arrivo della stagione fredda, fai ciò che ti senti, ascoltando anche le indicazioni del tuo corpo. poi la primavera tornerà! tieni quindi bene al caldo il bell'entusiasmo che hai ora e preparati per una bella primavera ed estate il più scalze possibile!

in merito all'andare scalza per negozi eccetera: ogni persona fa il suo apprendistato come più le conviene. io ho iniziato dove non mi conosceva nessuno per finire dove mi conoscono tutti. sono sicuro che troverai la tua strada per poter un giorno scalzarti praticamente ovunque quando vuoi (che probabilmente sarà quasi sempre!)

un abbraccio dalla svizzera.

Andrea
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Enzo il Dom Ott 24 2010, 16:32

-


Ultima modifica di Enzo il Mer Dic 01 2010, 22:57, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  bfpaul il Dom Ott 24 2010, 22:18

Naike ha scritto:Sì in effetti è quello che sto facendo, voglio dire, spontaneamente sto procedendo per gradi. In casa è stato facile ed immediato, in estate e ai principi dell'autunno è stata una pacchia, ma adesso, come ho detto, sto lottando col pavimento ghiacciato ed ogni tanto riprendo le infradito.
Il punto è che, dato che lavoro in casa al pc, trascorro intere giornate seduta e ferma e quindi immaginate la sofferenza..dopo un pò i piedi chiedono pietà, nonostante usi il tappetino o le infradito. Ieri invece la passeggiata mi ha fatto tanto bene..non sentivo più freddo. Ogni tanto, specie quando spunta qualche raggio di sole, faccio qualche passo in giardino, sull'erbetta, insieme ai gatti, sulla terra, oppure sul cotto tiepido, ma ovviamente non è sufficiente per riscaldarmi.
All'esterno non potrei fare altro che procedere gradualmente...sono i miei piedi che me lo chiedono! Qui al mio paese continuo a nascondermi e cammino solo in zone periferiche che purtroppo sono anche le più difficili, le meno pulite e le più sconnesse.
All'escamotage della scarpa rotta avevo pensato anch'io!!! Laughing In effetti è la prima cosa che mi viene in mente quando incontro qualcuno e sono scalza con i sandali in mano..una scusa vale l'altra, anche quella del callo malefico non è male.
Cmq è vero anche questo: non si ricevono solo sguardi perplessi o critiche.
Qualcuno ha chiesto con curiosità e cortesia ed ha apprezzato. Ed ho saputo gestire la situazione. Twisted Evil
Rispondo per la mia parte.
Procedere per gradi è la scelta logica e corretta. Mi sembra di capire che vuoi farcela, quindi insisti a stare scalza in casa e ad andare scalza fuori. Visto che tua sorella ha deciso di non vergognarsi di te, giusto come ringraziamento, insisti a camminare scalza con lei; arriverà il momento che ne potrai fare a meno. E bada, questi progressi sono in genere molto veloci. Vedrai.
Personalmente sono del parere che in casa si sta scalzi comunque; non è obbligatorio stando al PC avere i piedi a terra, si possono tenere poggiati sui talloni, sospesi in aria e se si ha freddo, come ha detto qualcuno, giocare con una pallina o uno di quegli attrezzi specifici. Se i piedi si muovono non avrai freddo più che averli poggiati su un tappetino o usare le infradito.
Camminare fuori casa ogni giorno anche solo 10 minuti, ma nelle ore più calde va bene e poi pian piano si aumenta il raggio di azione.
Se non vuoi farlo subito nella tua cittadina, vai fuori città, ma è un palliativo e lo hai capito bene. Tanto vale farlo da subito davanti a tutti. So benissimo che non è facile; in realtà è questo il difficile del barefooting, non le pietre, le spine, il caldo e il freddo.
Bisogna essere implacabili, i piedi "devono" abituarsi. Non bisogna però chiedergli più di quanto possono dare e si scopre che danno tanto, tantissimo.
Impara ad "ascoltarli" e non ti sbaglierai mai sulla loro resistenza.
La scarpa rotta o qualunque altra invenzione (vedi i non sandali) sono utili per ingannare gli altri e per evitare molti sguardi, però poi diventa difficile non avere questo "supporto psicologico" che comunque non permette a pieno di essere noi stessi. Non sono contrario, ma non li ho mai usati.
In una cittadina piccola si ricevono sguardi ma anche domande e siccome rispondiamo con pazienza e con motivazioni comprensibili e sappiamo giustificare ciò che facciamo, si ricevono anche dichiarazioni di rimpianto per "non poterlo fare" il che equivale ad una approvazione convinta. In ogni caso, hai già imparato a gestire la situazione; diventerà sempre più facile e nessuno ti chiederà più niente.
Torniamo ai geloni.
Ripeto, non sono esperto di questo argomento, però farei alcune cose:
- mi accerterei che si tratta esclusivamente di geloni, come dice Enzo
- se continui a camminare scalza informane il medico di famiglia e fai l'antitetanica; se ti sconsiglia, cambialo
- le cure che hai adottato credo possano essere corrette, bisogna vedere se bastano
- in ogni caso, trattandosi di un difetto di circolazione curerei questo e non il suo effetto (i geloni)
- andare scalzi è la migliore cura per i difetti di circolazione, la cura è lunga e impegnativa, per fortuna però non costa niente. Prova a vederla così.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Angelica il Lun Ott 25 2010, 01:14

lucignolo ha scritto:Ciao, Naike (da non confondere con le Nike Smile ).

Piccolo O.T., ma nemmeno tanto:
La Nike ha preso il nome dall'omonima divinità greca della vittoria ("Niche" e non "Naic",che è la pronuncia anglofona). E come sappiamo un po' tutti, le battaglie più dure sono quelle che si fanno con noi stessi, non è una novità. E di conseguenza, più è dura la battaglia e più gloriosa la vittoria.
Riuscire ad andare scalzi dove si vuole e indubbiamente una grande vittoria personale..e allora ben venga la Nike, che non è per niente fuori luogo! Very Happy
avatar
Angelica

Numero di messaggi : 306
Età : 29
Data d'iscrizione : 17.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  bfpaul il Lun Ott 25 2010, 16:55

Angelica ha scritto:
lucignolo ha scritto:Ciao, Naike (da non confondere con le Nike Smile ).

Piccolo O.T., ma nemmeno tanto:
La Nike ha preso il nome dall'omonima divinità greca della vittoria ("Niche" e non "Naic",che è la pronuncia anglofona). E come sappiamo un po' tutti, le battaglie più dure sono quelle che si fanno con noi stessi, non è una novità. E di conseguenza, più è dura la battaglia e più gloriosa la vittoria.
Riuscire ad andare scalzi dove si vuole e indubbiamente una grande vittoria personale..e allora ben venga la Nike, che non è per niente fuori luogo! Very Happy
Brava Angelica che ci ricorda e puntualizza qualche particolare; ma le tue vittorie personali col barefooting come vanno?
Come vedi stanno arrivando nuove giovani forze e il nostro gruppo aumenta.
Devo dire che sentir porre ripetutamente i problemi dei neofiti, mi fa ben sperare e l'entusiasmo mi porta a rispondere molto estesamente alle vostre richieste. Vi invito tutti a insistere, a non aver paura del freddo, a cogliere le opportunità di conoscersi anche di persona quando si può farlo.
Coraggio ragazzi, vedrete che Nike vi sorriderà.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  ALEBO il Mar Ott 26 2010, 16:00

[quote="bfpaul"]
Angelica ha scritto:
lucignolo ha scritto:Ciao, Naike (da non confondere con le Nike Smile ).

. Vi invito tutti a insistere, a non aver paura del freddo, a cogliere le opportunità di conoscersi anche di persona quando si può farlo.

bfpaul
A questo proposito io e Mastrom90 ci siamo incontrati 10 giorni fa' ed abbiamo fatto una passeggiata scalza insieme di circa 2 ore, scambiandoci le proprie impressioni sul camminare scalzi e su altri argomenti, pur con la differenza di età ci simo trovati di comune accordo su tanti punti.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 451
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  bfpaul il Mar Ott 26 2010, 21:58

ALEBO ha scritto:A questo proposito io e Mastrom90 ci siamo incontrati 10 giorni fa' ed abbiamo fatto una passeggiata scalza insieme di circa 2 ore, scambiandoci le proprie impressioni sul camminare scalzi e su altri argomenti, pur con la differenza di età ci simo trovati di comune accordo su tanti punti.
Benissimo, mi fa davvero piacere che ci si incontri senza bisogno dell'occasione ufficiale; da quanto mi dici avete trovato molti punti di vista in comune. Mi pare giusto e sono sicuro che se voi toscani (tutti anche abbastanza vicini (Livorno, Pisa, Montecatini ...) potreste formare un gruppo affiatato.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Naike il Mer Ott 27 2010, 14:29

Grazie a tutti per l'accoglienza davvero calorosa.
Non sono ancora riuscita a rispondervi, non perchè abbia disertato, ma purtroppo per un impegno di lavoro che mi sta prendendo intere giornate.

Vedo se riesco ad aggiornare il post questa sera! Wink

p.s. Non mollo, in casa ai piedi nudi alterno le infradito, ma niente calze e niente scarpe chiuse. Si può fare!

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  bfpaul il Mer Ott 27 2010, 18:22

Naike ha scritto:Grazie a tutti per l'accoglienza davvero calorosa.
Non sono ancora riuscita a rispondervi, non perchè abbia disertato, ma purtroppo per un impegno di lavoro che mi sta prendendo intere giornate.

Vedo se riesco ad aggiornare il post questa sera! Wink

p.s. Non mollo, in casa ai piedi nudi alterno le infradito, ma niente calze e niente scarpe chiuse. Si può fare!
BRAVISSIMA!!

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea Grasselli il Mer Ott 27 2010, 19:22

Naike ha scritto:Grazie a tutti per l'accoglienza davvero calorosa.
Non sono ancora riuscita a rispondervi, non perchè abbia disertato, ma purtroppo per un impegno di lavoro che mi sta prendendo intere giornate.

Vedo se riesco ad aggiornare il post questa sera! Wink

p.s. Non mollo, in casa ai piedi nudi alterno le infradito, ma niente calze e niente scarpe chiuse. Si può fare!
ciao Naike,

ti capisco, anch'io sono oberato dal lavoro: scelta mia (e conseguenza di scelte mie), che a volte la vivo bene, a volte è un po' dura...

ti rileggerò volentieri!

bravissima per i piedi nudi! vedrai che col tempo starai sempre meglio, ne approfitterai in termini di benessere generale; quindi più piacere nel quotidiano, mica male, no?

a presto.

Andrea (quello dalla svizzera - Marco53 direbbe "Saluti confederati" Smile )
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea77 il Dom Ott 31 2010, 17:59

Andrea, come fai a tenere nascosta questa cosa ai tuoi?
---
Scusa se rispondo solo ora ma sono stato preso da impegni.
In casa quando i miei non ci sono sto scalzo altrimenti sto in infradito x evitare le discussioni di cui parli 'prendi freddo, lasci le impronte...' (tieni conto che in casa il pavimento è in marmo).
Se vado al lavoro sono sempre calzato anche in estate.
La maggior parte del tempo libero la passo in montagna calzato perché certe cose ritengo si possano fare solo così.
X il poco tempo che rimane esco di casa calzato (in estate infradito o sandali nelle altre stagioni con calze e scarpe) e mi scalzo in macchina. Cerco di stare scalzo lontano da casa e quando raramente giro per Milano non sono a mio agio perché temo che qualcuno che conosco mi veda (tieni conto che Milano è tanto grande e quindi se evito il mio quartiere e il centro le possibilità di incontrare persone conosciute cala).
So che non è corretto non dire questo ai miei ma preferisco evitare le discussioni.

Ciao
Andrea

avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Eccomi qui!

Messaggio  Naike il Lun Nov 01 2010, 13:01

Ci sono...!
E' stata una settimana un pò impegnativa, ma ora ho trovato un "buco" e corro a scrivervi.
Dunque, vi spiego quali sono i miei impegni.
Innanzi tutto a dicembre mi laureo (incrocio le dita) in Sociologia e sono alle prese con la tesi e le varie faccende burocratiche. Contemporaneamente provo a fare la giornalista: collaboro con un quotidiano regionale ed ogni giorno devo aggiornare la mia paginetta locale...Insomma, sembra poco, ma in realtà ho tutta la giornata occupata. In più non posso esimermi dall'aiutare in casa e dulcis in fundo devo badare ai miei cinque gatti...se non lo sapete, è quasi come avere dei figli! lol!

Un saluto particolare ad Andrea Grasselli! Very Happy
So che sei uno scalzista "storico" come Paolo, vi conosco di fama, per avervi letto nei vari siti..bè siete un pò dei miti per me Laughing

Saluto tutti quelli che non ho salutato finora. Ad Angelica dico che in realtà il mio nome è Naide. Naike è un vezzo che uso per il mondo virtuale! Sapete, con questo nome è difficile preservare la privacy..al mio paese sono l'unica a chiamarmi così e forse chissà in tutta la regione.... Laughing

Veniamo al punto, devo confessarvi una cosa... Embarassed
Uno di questi giorni ho rimesso le scarpe chiuse... Rolling Eyes
Ho dovuto farlo..per seguire il consiglio comunale, come facevo ad entrare in aula consiliare in infradito, o addirittura scalza?
Bè, so che il barefoot è questo, ci insegna a superare i nostri limiti...e devo ammettere che nell'ultima settimana ho fatto qualche passo indietro. Ho dovuto mettere le ballerine, però senza calze, ed è stata una brutta esperienza..non usavo scarpe chiuse da agosto ed i miei piedi hanno gridato vendetta...

Ehm, scusate corro a pranzo..torno subito!

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Continua...

Messaggio  Naike il Lun Nov 01 2010, 14:24

Dicevo, una brutta esperienza con le scarpe..ho sentito i piedi andare a fuoco, e vi assicuro che era piuttosto freddo, e poi, dato che ho fatto più di un kilometro a piedi, mi hanno procurato una feritina dolorante che non riesce a guarire. Che strumenti disumani, ormai non le sopporto più.

Sono riuscita anche a camminare scalza: un giorno, fuori paese, ho tolto le infradito e via...per le strade asfaltate, ah che bel massaggino mi sono goduta..ho sentito finalmente di nuovo scorrere il sangue e l'energia nei piedi, niente più freddo. Sono diventata più tollerante alle pietruzze improvvise ed al suolo più ruvido. Ho fatto anche un giro veloce in un negozio e, nonostante gli sguardi incuriositi dei commessi (che poi ho sentito ridacchiare tra di loro) non è stato poi così terribile. Poi in casa, quando me la sento, tolgo le infradito..un paio di giorni fa pur di togliere le scarpe ho camminato solo con i calzettoni..faceva davvero freddo sembrava di essere a dicembre inoltrato! Invece da ieri si sta molto meglio, così ho potuto camminare scalza in giardino, sull'erbetta e sul terriccio..chissà quante volte potrò farlo ancora prima che torni la primavera.

Per i geloni sto usando una cremina apposita, la situazione un pò è migliorata, ma non risolta. A volte penso di rimettere le scarpe chiuse, perchè mi vergogno a far vedere le dita (solo tre però) rosse e gonfie.. Embarassed
Valuterò giorno per giorno la faccenda e vi terrò aggiornati, anche perchè, se non ne parlo con voi, con chi potrei farlo? Smile

Vorrei parlarvi di un altro felice effetto che ha avuto su di me il barefoot, se posso chiamarlo tale, nel mio caso. Ho riscoperto il piacere di camminare a piedi. Da quando ho la patente, quindi da parecchi anni, praticamente in paese ho girato sempre e solo in macchina..un pò per la fretta, è vero, ma in realtà è diventata una abitudine. Pian piano la pigrizia ha preso il sopravvento e non riesco più a rinunciare alla macchina. Inoltre, ho scoperto di essere diventata quasi fobica degli incontri faccia a faccia..da quando non cammino più a piedi, non ho più neanche occasione di parlare con le persone, di scambiare opinioni, o anche solo di salutarle da vicino..
Eppure vivo in un piccolo paese, in cui le distanze sono limitate, in realtà potrei fare quasi tutto a piedi..eppure anche pochi metri ora sono diventati faticosi, perchè c'è la macchina. La macchina mi fa sentire protetta da sguardi o conversazioni indesiderati, mi permette di uscire senza trucco e coi vestiti di casa, mi fa fare lunghi giri in poco tempo...ma al tempo stesso mi sta rendendo un'aliena, un'autistica, ed una mollacciona...dopo pochi metri a piedi ho scoperto di avere il fiatone, per non parlare di quando porto le buste della spesa..
Bè, da quando cammino scalza (o quasi) ho naturalmente voglia di camminare di più..ho voglia di calpestare il suolo, di muovermi, di respirare l'aria fresca, di sentirmi libera nei movimenti..caspita ho riscoperto di avere delle gambe e dei piedi, di essere autonoma!
L'ultima volta che sono andata al paese vecchio per un consiglio comunale (è piuttosto lontano da dove abito io) mi ha accompagnato mia sorella in macchina perchè le serviva..dunque al ritorno non ero motorizzata, così mi è venuto spontaneo chiedere un passaggio ad un collega..ma proprio mentre lo chiedevo ho pensato..posso andare a piedi! Quante volte l'ho fatto da ragazzina per andare e tornare da scuola? E così, ho piantato il collega e sono scappata...è stata una gioia! Ho sentito una certa fatica, perchè ormai non sono più abituata, però mi sono sentita libera ed ho rivisto posti che non vedevo da anni..incredibile quante cose si notano quando si cammina a piedi! Non so quanto tempo ci ho messo ma sono arrivata a casa felice, perchè il sangue circolava e non avevo più freddo..le guance fresche e arrossate, gli occhi lucenti!
E' stato il più bel regalo che potevo farmi Wink

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea Grasselli il Lun Nov 01 2010, 16:31

Naike ha scritto:Un saluto particolare ad Andrea Grasselli! Very Happy
So che sei uno scalzista "storico" come Paolo, vi conosco di fama, per avervi letto nei vari siti..bè siete un pò dei miti per me Laughing
ciao Naike!

grazie per il tuo saluto, mi fa molto piacere!

sono contento che hai riscoperto il piacere di camminare! io ho sempre adorato camminare, e da quando cammino a piedi nudi è ancora più bello! sentire il posto dove stiamo e i posti dove andiamo sotto i nostri piedi è un'esperienza che non ha paragoni! a volte mi chiedo perché la quasi totalità della gente si priva di un piacere così semplice, genuino, immediato... mi spiace per loro e mi ritengo fortunato per vivere come vivo!

trovo bellissimo che puoi associare la riscoperta del piacere di camminare con la scoperta di camminare scalza! vedrai che ti sentirai sempre meglio, sempre più a tuo agio, sempre più libera, libera di camminare nel mondo scalza dove vuoi, quando vuoi!

ti faccio tanti auguri per la tua laurea in dicembre, coraggio e buon lavoro!!!

buona vita scalza, un abbraccio dalla svizzera e a presto!

Andrea
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Andrea77 il Lun Nov 01 2010, 21:09

...mi hanno procurato una feritina dolorante che non riesce a guarire.

---
Ottimo motivo per toglierle e andare scalza 'queste maledette scarpe mi hanno fatto una vescica meglio proseguire scalza'.

Devo dire che sono rimasto colpito dal tuo racconto. Purtroppo lo vedo anche qui a Milano. Tutti si infilano in macchina quando si potrebbero muovere a piedi oppure, per i tragitti + lunghi, con i mezzi pubblici.
Anche nei fine settimana tutti in macchina ai centri commerciali! Quando io racconto che vado in montagna e cammiono 6-8 ore al giorno (in estate anche molte di +) mi guardano come se fossi un marzino alien
Eppure io non potrei vivere senza fare la mia uscita settimanale in montagna e quelle rare volte che salto sono intrattabile quasi come un tossico senza la sua dose. Direi che è una sorta di 'droga' benefica.
Durante la settimana invece ho sempre poco tempo/voglia di uscire dopo il lavoro per fare un giro scalzo soprattutto ora che fa freddo e buio.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salve a tutti! (Presentazione e piccola richiesta di aiuto)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum