Primo maggio

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mar Apr 24 2012, 00:05

Per il ponte del primo maggio ho prenotato un albergo sul lago di Garda, in particolare a Porto Brenzone. Ho contattato un albergo a cui ho chiesto se è un problema stare a piedi nudi anche in sala da pranzo: mi hanno detto di no! Wink Parto il 28 aprile e tornerò il primo di maggio, poi vi scriverò la mia avventura.
A proposito, sabato, prima della partenza, mi vedo con alcuni della palestra di TAICHI/ QIGONG ai parchi di Nervi per praticare assieme, e indovinate un po' come sarò? Con le scarpe!!! Scherzo, ovviamente, sarò rigorosamente scalzo! E partirò da lì a piedi nudi verso Peschiera del Garda!!!
Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  contessa scalza il Mar Apr 24 2012, 13:55

Ciao Antonino,

vedo che ti stai proprio scatenando eh? Very Happy Mi fa piacere leggere che ci hai preso gusto e che hai meno paure, era ora!
Buon viaggio e buon divertimento.

Saluti Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mar Apr 24 2012, 19:52

Beh, faccio del mio meglio... Wink Smile

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mar Apr 24 2012, 22:42

Antonino ha scritto:Per il ponte del primo maggio ho prenotato un albergo sul lago di Garda, in particolare a Porto Brenzone. Ho contattato un albergo a cui ho chiesto se è un problema stare a piedi nudi anche in sala da pranzo: mi hanno detto di no! Wink
Questo è davvero interessante, TROPPO interessante. Smile
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Ven Apr 27 2012, 07:00

Beh, guardate un po' cosa mi ha risposto un altro hotel... Wink

Gentile Sig. Antonino,
ci scusiamo per il ritardo nella risposta...ma siamo rimasti un po' colpiti dalla richiesta...
Siamo curiosi di incontrare lei e i suoi piedi, quindi nessun problema per noi, basta che non guardi se puliamo bene il pavimento!

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Ven Apr 27 2012, 07:40

Basta chiedere, se è il caso, e salta fuori che lo scalzismo è più tollerato, o benvisto, molto più di quanto si creda.
Siamo noi che ci facciamo pippe mentali.
Anche se, molto ma molto raramente, si incontrano effettivamente degli intolleranti.
Questo dimostra che, come per ogni forma di intolleranza, i veri intolleranti sono una microscopica minoranza, che però strillano tanto per far credere di essere una maggioranza.
Sta a noi non permettere che quei pochi "dettino la linea", da una parte mettendo da parte le pippe mentali, dall'altra, come sostengo sempre, "massacrare" (*) gli intolleranti, impedendo loro di imporci proibizioni che non esistono.

E se ci pensate bene, questo concetto vale anche per "intolleranze" molto più immorali, razzismo, omofobia, per le quali è ancora più importante non permettere ai quattro gatti urlanti di spacciarsi per maggioranza e "massacrare" (*) ogni loro tentativo di intolleranza.

(*) Qualunque persona con un'intelligenza superiore a una zucchina bollita capisce che il termine tra virgolette non incita all'omicidio generalizzato, ma ad una efficace e vincente lotta dialettica. Ma visto che qualcuno, come è successo in passato, potrebbe equivocare e poi voler fortemente continuare ad equivocare, aggiungo questa spiegazione.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Ven Apr 27 2012, 10:04

Rei ha scritto:E se ci pensate bene, questo concetto vale anche per "intolleranze" molto più immorali, razzismo, omofobia, per le quali è ancora più importante non permettere ai quattro gatti urlanti di spacciarsi per maggioranza e "massacrare" (*) ogni loro tentativo di intolleranza.
A mio avviso le intolleranze sono tutte ugualmente immorali e, soprattutto, illogiche.
Il problema vero è che le intolleranze maggiori di cui parli tu sono sfociate in aperte e spesso violente forme di espressione, storicamente reiterate e ricordate.
Finora nessuno ci ha mai preso a botte, speriamo mai.
(*) Qualunque persona con un'intelligenza superiore a una zucchina bollita capisce che il termine tra virgolette non incita all'omicidio generalizzato, ma ad una efficace e vincente lotta dialettica. Ma visto che qualcuno, come è successo in passato, potrebbe equivocare e poi voler fortemente continuare ad equivocare, aggiungo questa spiegazione.
Non cambi mai vero? E la metti sempre sul piano dell'intelligenza che tu possiedi in massimo grado, naturalmente.
Eppure fai fatica a recepire che certe incomprensioni su questo forum sono state urlate da strette minoranze.
Teniamone conto ed evitiamo di rilanciare provocazioni pericolose.
Senza offesa per nessuno. Wink
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  bfpaul il Ven Apr 27 2012, 11:50

lucignolo ha scritto:
Rei ha scritto:E se ci pensate bene, questo concetto vale anche per "intolleranze" molto più immorali, razzismo, omofobia, per le quali è ancora più importante non permettere ai quattro gatti urlanti di spacciarsi per maggioranza e "massacrare" (*) ogni loro tentativo di intolleranza.
A mio avviso le intolleranze sono tutte ugualmente immorali e, soprattutto, illogiche.
Il problema vero è che le intolleranze maggiori di cui parli tu sono sfociate in aperte e spesso violente forme di espressione, storicamente reiterate e ricordate.
Finora nessuno ci ha mai preso a botte, speriamo mai.
(*) Qualunque persona con un'intelligenza superiore a una zucchina bollita capisce che il termine tra virgolette non incita all'omicidio generalizzato, ma ad una efficace e vincente lotta dialettica. Ma visto che qualcuno, come è successo in passato, potrebbe equivocare e poi voler fortemente continuare ad equivocare, aggiungo questa spiegazione.
Non cambi mai vero? E la metti sempre sul piano dell'intelligenza che tu possiedi in massimo grado, naturalmente.
Eppure fai fatica a recepire che certe incomprensioni su questo forum sono state urlate da strette minoranze.
Teniamone conto ed evitiamo di rilanciare provocazioni pericolose.
Senza offesa per nessuno. Wink
Bah, di una cosa sono certo: la spiegazione di Rei non è rivolta a nessuno che scriva oggi in questo Forum, ma è solo una generica avvertenza per chi lo scoprisse oggi.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Ven Apr 27 2012, 13:48

lucignolo ha scritto:Non cambi mai vero? E la metti sempre sul piano dell'intelligenza che tu possiedi in massimo grado, naturalmente.
Il problema non sta in chi ha un'intelligenza normale (o superiore). Il problema sta in quella piaga sociale che sono i cretini: purtroppo, per colpa di pochi, potenti e cretini, oggi anche l'intelligenza media è vista come una colpa.
Questo significa che chiunque abbia un'intelligenza sufficiente a distinguere l'alto dal basso, la mano destra dalla sinistra (e non mi sembra che ci voglia un genio), è già troppo intelligente per quei cretini e quindi da emarginare.
Siamo l'unico paese al mondo dove delle persone non vengono assunte per il ruolo che compete loro perché troppo brave, mentre al loro posto va lo Schettino di turno.
lucignolo ha scritto:Eppure fai fatica a recepire che certe incomprensioni su questo forum sono state urlate da strette minoranze.
L'ho capito tanto bene che è proprio il succo del mio post.
Il punto è che la minoranza urlante aveva quasi ottenuto il mio bando dal forum per aver detto la verità e non aver sostenuto i suoi deliri come pretendeva, prima che io facessi notare che stava delirando.
bfpaul ha scritto:Bah, di una cosa sono certo: la spiegazione di Rei non è rivolta a nessuno che scriva oggi in questo Forum, ma è solo una generica avvertenza per chi lo scoprisse oggi.
bfpaul
Nella speranza che non ne arrivino altre.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Lun Apr 30 2012, 00:19

Antonino ha scritto:Beh, guardate un po' cosa mi ha risposto un altro hotel... Wink

Gentile Sig. Antonino,
ci scusiamo per il ritardo nella risposta...ma siamo rimasti un po' colpiti dalla richiesta...
Siamo curiosi di incontrare lei e i suoi piedi, quindi nessun problema per noi, basta che non guardi se puliamo bene il pavimento!
Una domanda, Antonino: qual'è la categoria dell'Hotel?
Ancora mi sto pizzicando per verificare se sono sveglio o se sto solo sognando.
Durante le mie ultime vacanze in Sardegna (Costa Rey) mi venne chiesto di non entrare scalzo nella sala da pranzo, perciò mi appare stupefacente la doppia risposta positiva che hai ricevuto.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Lun Apr 30 2012, 08:20

lucignolo ha scritto:Una domanda, Antonino: qual'è la categoria dell'Hotel?
Ancora mi sto pizzicando per verificare se sono sveglio o se sto solo sognando.
Durante le mie ultime vacanze in Sardegna (Costa Rey) mi venne chiesto di non entrare scalzo nella sala da pranzo, perciò mi appare stupefacente la doppia risposta positiva che hai ricevuto.
Dopo che il direttore del Danieli di Venezia, in un'intervista, disse che il suo più grande errore fu, negli anni '60, respingere quattro tipi vestiti stani, per poi scoprire che erano i Rolling Stones, nei grandi alberghi, ed in quelli che cercano di imitarli, difficilmente fanno storie.
Forse in ristoranti aperti al pubblico "esterno" ed in cui vige qualche codice di abbigliamento.
A me è capitato solo in un alberghetto da quattro soldi a Latina.
Quanto a Costa Rei, non è più quella di una volta: troppo cemento e qualche direttore di albergo che non sa fare il suo mestiere.
Anni fa, una mia amica, allora adolescente, aveva una casa lì e ci passava tutte le vacanze estive: si toglieva le scarpe scendendo dal traghetto e le rimetteva quando rientrava sul continente due mesi dopo: mai avuto problemi in bar, discoteche, ristoranti, mezzi pubblici, eccetera.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  bfpaul il Lun Apr 30 2012, 10:46

Rei ha scritto:
lucignolo ha scritto:Una domanda, Antonino: qual'è la categoria dell'Hotel?
Ancora mi sto pizzicando per verificare se sono sveglio o se sto solo sognando.
Durante le mie ultime vacanze in Sardegna (Costa Rey) mi venne chiesto di non entrare scalzo nella sala da pranzo, perciò mi appare stupefacente la doppia risposta positiva che hai ricevuto.
Dopo che il direttore del Danieli di Venezia, in un'intervista, disse che il suo più grande errore fu, negli anni '60, respingere quattro tipi vestiti stani, per poi scoprire che erano i Rolling Stones, nei grandi alberghi, ed in quelli che cercano di imitarli, difficilmente fanno storie.
Forse in ristoranti aperti al pubblico "esterno" ed in cui vige qualche codice di abbigliamento.
A me è capitato solo in un alberghetto da quattro soldi a Latina.
Quanto a Costa Rei, non è più quella di una volta: troppo cemento e qualche direttore di albergo che non sa fare il suo mestiere.
Anni fa, una mia amica, allora adolescente, aveva una casa lì e ci passava tutte le vacanze estive: si toglieva le scarpe scendendo dal traghetto e le rimetteva quando rientrava sul continente due mesi dopo: mai avuto problemi in bar, discoteche, ristoranti, mezzi pubblici, eccetera.
Beh, insomma.
Posso capire che negli anni '60 neppure un Direttore d'albergo potesse avere una certa apertura mentale, ma che ciò sia ancora possibile oggi, è veramente assurdo.
Per questo non mi meraviglio della risposta data ad Antonino; probabilmente avranno compulsato i loro sacri testi (regolamento interno, leggi, ordinanze ecc.) per scoprire che - mannaggia - non glielo potevano impedire.
Questo se, di primo acchitto, avranno pensato che si trattava di una richiesta assurda; in caso contrario, se ciò fosse già capitato o il Direttore ha la mentalità giusta, gli avranno risposto serenamente.
Devo dire che personalmente non mi è mai capitato di ricevere osservazioni in proposito e quando si sono accorti che andavo scalzo, ho solo assicurato che non sarei entrato a letto senza lavarmi i piedi.
Quanto alla tua amica, Rei, non mi meraviglia che andasse scalza dappertutto; da noi c'è molta tolleranza in proposito. Anche a Flavio è stato chiesto e non impedito (ameno credo) di entrare in sala da pranzo scalzo, ma lì mi chiedo in base a quale disposizione sia stata fatta la richiesta.
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  aldo1953 il Lun Apr 30 2012, 11:54

Antonino ha scritto:Beh, guardate un po' cosa mi ha risposto un altro hotel... Wink

Gentile Sig. Antonino,
ci scusiamo per il ritardo nella risposta...ma siamo rimasti un po' colpiti dalla richiesta...
Siamo curiosi di incontrare lei e i suoi piedi, quindi nessun problema per noi, basta che non guardi se puliamo bene il pavimento!

Fantastico ! Lo "scalzismo preventivo" non me lo ero mai immaginato. Mi vedo la faccia del direttore che legge la mail.. è come se gli avessi detto "Guardi che io ceno sempre con la faccia dipinta di blu, può essere un problema ?"
Sei un esempio da seguire !

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Lun Apr 30 2012, 13:16

bfpaul ha scritto:probabilmente avranno compulsato i loro sacri testi (regolamento interno, leggi, ordinanze ecc.) per scoprire che - mannaggia - non glielo potevano impedire.
Non credo, l'unica preoccupazione (oltre al lavarsi i piedi prima di infilarsi sotto le lenzuola) è una sola: pagherà?
Chiarito questo, l'avere un cliente che gira scalzo, paradossalmente è una buona pubblicità per l'albergo: mostra come si venga incontro alle esigenze del cliente, anche quelle più insolite, dando quindi una prova del buon servizio dell'albergo. (*)

(*) Grazie al direttore di un albergo qui vicino che mi ha dato una consulenza.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Lun Apr 30 2012, 19:42

Eccomi. Sinceramente non mi ricordo la categoria dell'hotel.
Dunque, ieri sera volevo andare a mangiare in un ristorante vicino all'albergo con dei piatti molto invitanti. Entro, chiedo se c'è posto per una persona, mi rispondono di si. Poi, appena visti i miei piedi nudi, mi chiedono se posso mettermi le scarpe, io dico di no e in sostanza non mi fanno entrare. Quindi, esistono ancora dei ristoranti che non accettano i piedi scalzi.
Oggi pomeriggio ho visitato Malcesine, un paesino qui vicino. Sono andato in corriera, ovviamente scalzo, le scarpe sono rimaste in albergo! Mi ha stupito la cosa che ci sono tanti tanti tedeschi, ma di piedi scalzi neanche uno, a parte i miei. Per la precisione, c'era una bambina scalza che correva su un muretto, ma dopo 2 minuti aveva già le scarpe ai piedi.
Io invece ho camminato qualcosa come sei ore scalzo e per giunta sotto anche diversi scrosci di pioggia. Anzi, era parecchio divertente camminare scalzo nelle pozzanghere e vedere i bimbi che mi guardavano quasi esterefatti! Wink Ad un certo punto, c'è stato un improvviso e forte rovescio che ha creato in strada un rivolo d'acqua: beh, mi son troppo divertito a sguazzare con i piedi nudi nell'acqua!! Smile
Domani prevedo di prendere un taxi: dirò, per farmi riconoscere, che sono scalzo! A presto... Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Lun Apr 30 2012, 21:36

Ho chiesto per curiosità alla tipa dell'albergo se ha mai visto tedeschi scalzi, e mi ha risposto di no. Che strano, vero? Neutral

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Lun Apr 30 2012, 22:27

Antonino ha scritto:Poi, appena visti i miei piedi nudi, mi chiedono se posso mettermi le scarpe, io dico di no e in sostanza non mi fanno entrare. Quindi, esistono ancora dei ristoranti che non accettano i piedi scalzi.
Non solo esistono, ma sono la maggioranza.
Non fatevi troppe illusioni.
Alcuni gestori si appellano a regole sanitarie che non esistono se non per i loro dipendenti.
Altri pensano di scontentare la massa prevenuta degli avventori scandalizzati dalla mancanza di decoro di certe persone e, quindi, meglio perdere un cliente scalzo che dieci benpensanti calzati.
I più furbi si attaccano ad un possibile incidente dovuto a frammenti di bicchieri rotti, che possono sempre e comunque sfuggire: chi sei? Mi denunci per le lesioni subite? Sei scalzo perché ti sei alzato stamattina con un'idea balzana per la testa o sei un professionista?
Credo che ad Antonino non abbiano dato spiegazioni: mettiti le scarpe o qui non entri.
Penso che il motivo finale sia sempre quel concetto di decoro che vuole lo scalzo sconveniente ed impresentabile in società.
Capisco le vostre (le nostre) ragioni, ma le calzature sono entrate a far parte dell'immagine civile di una persona, qui come nel resto del mondo.
Questo non vuol dire che abbiano ragione, ma è arduo cambiare la mentalità di chi pretende di legiferare.
Ordunque, lasciamo Pavia ed andiamo a Loro Ciuffenna (Arezzo):
Art. 25 del regolamento di polizia urbana (Atti contrari alla nettezza del pubblico suolo e al decoro), comma 4.
E' vietato circolare scalzi nel centro storico ovvero in esercizi commerciali, pubblici esercizi, chiese, musei, monumenti e simili ovunque si trovino
Il Regolamento (emendato come sopra indicato) è passato con l'esito seguente: 18 favorevoli, 3 contrari, 9 astenuti.
E più o meno la stessa cosa avviene a Ventimiglia ed a San Remo.
Certo, come si dice in
http://onthenord.com/category/ordinanze/
I Sindaci non fanno le leggi. E solo le leggi possono imporre determinate restrizioni alla libertà dei cittadini. E’ così che la Corte Costituzionale ha bocciato parzialmente il cosiddetto pacchetto sicurezza, approvato nel 2008 dal Governo Berlusconi, poiché alcune restrizioni incidono "sulla sfera generale di libertà dei singoli e delle comunità amministrate ponendo prescrizioni di comportamento, divieti, obblighi di fare e di non fare, che, pur indirizzati alla tutela di beni pubblici importanti, impongono comunque, in maggiore o minore misura, restrizioni ai soggetti considerati."
perciò guardate che non sono fisime mie.
Ad ogri azione (andiamo scalzi) corrisponde un azione uguale (in intensità) e contraria (in verso): ed i divieti in nome del decoro, cioè di quelle regole di apparenza comunemente accettate, proliferano ed accolgono il plauso di minoranze socialmente influenti.
Badate che verrà il giorno in cui potrete andare scalzi solo a casa vostra.
Abbiamo un club sul cui ruolo mi sono interrogato molte volte.
È stato legalizzato, con tanto di statuto, segreteria, direzione ecc., ma è tuttora inerte sotto molti punti di vista.
Tutti i nostri simpatizzanti (pochissimi) sembrano scandalizzarsi di certe limitazioni sociali, ma a nessuno importa un fico secco di mostrare i denti nei confronti di persone che tentano costantemente di metterci sui loro binari.
E nessuno comprende che ciò che sta succedendo a noi scalzi, domani investirà molti campi della nostra vita sociale.
Come nessuno, legali in primis, ha voglia di esporsi, sputtanandosi nella sua vergognosa libido scalza.
Battaglia contro i mulini a vento, si dice.
Trionfo della codardia, rispondo io.
Francamente non ci sto, né ci starò mai.
Ma io sono Lucignolo, il rompiballe.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mar Mag 01 2012, 08:08

lucignolo ha scritto:Non solo esistono, ma sono la maggioranza.
Sicuro?
Sono la grande maggioranza dei ristoranti "eleganti", che hanno precise regole di abbigliamento (non entri se non hai la cravatta), sono la maggioranza in quella piaga sociale che sono i "ristoranti da fighetti", ma in tutti gli altri sono in forte minoranza, specialmente in zone turistiche.
Personalmente nei ristoranti eleganti vado calzato ed incravattato (ma solo se si mangia bene), nei ristoranti da fighetti non vado e basta: il mangiare bene è un optional, devi essere vestito da fighetto (ed io non ho vestiti del genere), avere un Q.I. da fighetto ed io non supero il test (supero il limite massimo: riesco a distinguere la mano destra dalla sinistra).
Rimangono gli altri, compreso un piccolo ristorante a S. Anastasia, vicino a Napoli, dove si mangia meravigliosamente, e dove l'ultima volta il proprietario mi ha chiesto esplicitamente di venire scalzo: voleva presentarmi alla sua mamma, che sta in cucina. Io mi sono complimentato con lei per gli splendidi piatti, lei per il mio scalzismo.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Uno stile di vita od una scelta libera?

Messaggio  lucignolo il Mar Mag 01 2012, 16:38

Rei ha scritto:...avere un Q.I. da fighetto ed io non supero il test (supero il limite massimo: riesco a distinguere la mano destra dalla sinistra).
E ridagli con la storia del quoziente intellettivo.
La vuoi capire o no che scalzo in un ristorante non ci entri? E nemmeno in un museo, almeno finché non realizzano che sei a piedi nudi.
A parte qualche gestore illuminato.
Noi continuiamo a credere che sia il frutto che debba cadere dall'albero e perciò stiamo col naso all'insù ad aspettare.
Io invece penso che se non si scuote l'albero, il frutto marcirà sui rami.
A mio avviso certi recenti divieti (ma chi si sognava di vietare di andare scalzi in un centro urbano, nelle chiese e nei locali pubblici fino a qualche anno fa?) sono nati come reazione ad un fenomeno crescente (?) di ritenuto malcostume.
Siccome il quoziente intellettivo non lo puoi elevare tu e dal momento che quello medio non consente di elevarsi al di sopra dei pregiudizi più diffusi, o mordiamo chi vuole arbitrariamente limitare la libertà di un individuo che non viola il codice penale (e nemmeno quello civile) oppure stiamo zitti e ci infiliamo le ciabatte ogni venti metri.
Mi sembra che tu abbia l'atteggiamento di chi da per scontato che certi diritti siano scolpiti nella roccia, mentre sono convinto che ci voglia una continua azione di forza per difendere ciò che ci spetta e per cacciare nella testa della gente che se non nascondiamo le mani, che sono estremità funzionali, non è altrettanto logico nascondere i piedi che sono estremità parimenti funzionali, che puzzano solo se rinchiuse in un ambiente privo d'aria e che non hanno la stessa valenza dei genitali scoperti.
A Loro Ciuffenna non ci sono sindaci leghisti ed il regolamento di polizia urbana è di introduzione relativamente recente.
Mi vuoi spiegare il perché?
Peraltro mi sempra ancora più grave di quello di Pavia, in quanto espressamente vieta l'ingresso negli esercizi pubblici, nelle chiese e nei musei.
Fra un paio d'anni mi sa che la cosa dilagherà, grazie ai benpensanti minoritari, che, però, si danno da fare attivamente.
E noi ci facciamo le seghe mentali sul forum, mentre i Sikh portano il coltello alla cintola, in barba a tutti i regolamenti sulla detenzione e porto d'armi e circolano senza casco col turbante, perché per loro è uno stile di vita legato alla religione.
Sono una maggioranza? A me sembra di no, però ci credono e si muovono.
Non è così importante andare scalzi? Mi sta bene, ma allora ditelo.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mar Mag 01 2012, 17:39

Leonardo Sciascia ha scritto:[...] direi che il dato più probante e preoccupante della corruzione italiana non tanto risieda nel fatto che si rubi nella cosa pubblica e nella privata, quanto nel fatto che si rubi senza l'intelligenza del fare e che persone di assoluta mediocrità si trovino al vertice di pubbliche e private imprese. In queste persone la mediocrità si accompagna ad un elemento maniacale, di follia, che nel favore della fortuna non appare se non per qualche innocuo segno, ma che alle prime difficoltà comincia a manifestarsi e a crescere fino a travolgerli. Si può dire di loro quel che D'Annunzio diceva di Marinetti: che sono dei cretini con qualche lampo di imbecillità: solo che nel contesto in cui agiscono l'imbecillità appare – e in un certo senso e fino a un certo punto è – fantasia. In una società bene ordinata non sarebbero andati molto al di là della qualifica di "impiegati d'ordine"; in una società in fermento, in trasformazione, sarebbero stati subito emarginati – non resistendo alla competizione con gli intelligenti – come poveri "cavalieri d'industria"; in una società non società arrivano ai vertici e ci stanno fin tanto che il contesto stesso che li ha prodotti non li ringoia.

Leonardo Sciascia - il Globo, 24 luglio 1982
Cominciamo a chiamarli per nome, e sarà più facile fermarli.

Io ce l'ho con i cretini perché fanno danni, e quando parlo di cretini, parlo proprio di cretini. Il fatto che che sia così presuntuoso da considerarmi un genio solo per il fatto che parecchi test nel corso degli anni hanno decretato che in effetti ho il Q.I. di un genio non mi ha MAI portato a disprezzare chi ha un'intelligenza normale, e neppure chi ha un'intelligenza sotto la media o, come i bambini, non è ancora sviluppata: da alcuni di loro ho avuto lezioni di vita tra le più importanti.
Ma il cretino è un'altra cosa: per lui ho la stessa considerazione che il vignaiolo ha per la fillossera e per lo stesso motivo.
Per nostra fortuna, la loro cretineria alla fine li porta all'autodistruzione.

Caro Lucignolo, tu continui ad affermare che LA MAGGIORANZA (ristoranti, musei, persone) è attivamente antiscalzista e porti alcuni, rari, esempi di cretineria.
Rari, appunto, perché non tutti i cretini, benché abbondanti, riescono nel loro intento: se il peggior sindaco di Roma di tutti i tempi (giudizio dei suoi più vicini e sfegatati ammiratori) provasse a fare un'ordinanza antiscalzi verrebbe calorosamente ringraziato da albergatori, ristoratori, bancarellari e tutti quelli che campano grazie a turisti che dopo una giornata di scarpinate si trovano per strada scalzi con le scarpe in mano causa vesciche e piedi gonfi e che vedrebbero calare le presenze turistiche e di conseguenza gli affari.
Come? Facendogli fare più volte il giro del Colosseo senza mai toccare terra, a calci, e resterebbe là in aria fino al ritiro dell'ordinanza (Fonte: un funzionario dell'assessorato al Turismo).
Infatti, pur essendo un pessimo amministratore ed un intollerante, non si è mai sognato di fare un'ordinanza del genere.
In ogni caso, la sentenza della Corte Costituzionale che tu citi può fare invalidare ognuna delle ordinanze che hai citato: basta agire legalmente nel modo appropriato.
Se vinco al SuperEnalotto pago io uno studio legale per farlo: non mi costerebbe poi tanto: una decina di ordinanze, 4 / 5 musei.
Quanto a bar e ristoranti, falliranno da soli: chi accoglie male un cliente scalzo, accoglie male TUTTI i clienti.
E fallisce (Fonte: Fabio "il Baffo" del ristorante dove abbiamo mangiato quando sei venuto a Roma).
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mar Mag 01 2012, 18:19

Beh, credo e spero che stiate un po' esagerando. Se così fosse, giuro che sarebbe la volta buona che me ne potrei andare in Svizzera... Wink
Comunque si, è vero, in sostanza o mettevo le scarpe o nisba!
Invece oggi sono stato (e ci sono ancora) scalzo sui treni e anche in stazione. Per altro in stazione mi hanno visto anche dei poliziotti, ma "stranamente" non mi hanno detto nulla, anche se ho avuto un po' di timore.
Adesso sono sul treno per genova scalzo: poi prenderò il bus scalzo, ma poco prima di casa mi rimetterò le scarpe, dopo quasi 4 giorni senza...

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mar Mag 01 2012, 19:00

Antonino ha scritto:Dunque, ieri sera volevo andare a mangiare in un ristorante vicino all'albergo con dei piatti molto invitanti. Entro, chiedo se c'è posto per una persona, mi rispondono di si. Poi, appena visti i miei piedi nudi, mi chiedono se posso mettermi le scarpe, io dico di no e in sostanza non mi fanno entrare. Quindi, esistono ancora dei ristoranti che non accettano i piedi scalzi.
Certo che ci sono: perdono dei clienti, ma ci sono.
Contenti loro.
Per fortuna, molti ristoranti dove si mangia molto bene non fanno storie.

A volte però, arrivare in gruppo e non da solo aiuta: uno da solo può essere preso per uno "strano" (cioè che potrebbe NON PAGARE), un gruppo, per degli eccentrici innocui e paganti.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mar Mag 01 2012, 22:20

Rei ha scritto:Il fatto che che sia così presuntuoso da considerarmi un genio solo per il fatto che parecchi test nel corso degli anni hanno decretato che in effetti ho il Q.I. di un genio non mi ha MAI portato a disprezzare chi ha un'intelligenza normale, e neppure chi ha un'intelligenza sotto la media o, come i bambini, non è ancora sviluppata: da alcuni di loro ho avuto lezioni di vita tra le più importanti.
Vedi, non sei l'unico, sottolinei che non disprezzi chi ha un'intelligenza normale, però continui a mettere, più o meno velatamente, l'accento sulla tua dote superiore (e credi davvero a quei test o ti fa comodo così?).
È questo che non va: se esprimi concetti profondi ed intelligenti non hai bisogno di blasoni, né di certificati psico-intellettuali, c'è quel certo sesto senso di fondo delle persone che percepiranno la bellezza e la correttezza del tuo pensiero.
Rari, appunto, perché non tutti i cretini, benché abbondanti, riescono nel loro intento
Certo, non tutti, ma se sono abbondanti non sono rari, caro mio e nella loro abbondanza riescono a fare abbastanza danno, specialmente se occupano le sedi comunali. Non tutti riescono nel loro intento, ma pochi su tanti costituiscono, comunque, un numero significativo.
Continui a strisciare via, ma non mi hai ancora spiegato certi regolamenti di polizia urbana così perentori e limitanti.
se il peggior sindaco di Roma di tutti i tempi (giudizio dei suoi più vicini e sfegatati ammiratori) provasse a fare un'ordinanza antiscalzi verrebbe calorosamente ringraziato da albergatori, ristoratori, bancarellari e tutti quelli che campano grazie a turisti che dopo una giornata di scarpinate si trovano per strada scalzi con le scarpe in mano causa vesciche e piedi gonfi e che vedrebbero calare le presenze turistiche e di conseguenza gli affari.
Non ho capito se mi prendi in giro o no: a Roma ci sono stato e non ho visto tutti questi scalzi pieni di vesciche, esistono solo nelle nostr più ottimistiche fantasie.
Poi c'è stata la battaglia contro i centurioni del Colosseo, non per il disturbo della quiete pubblica che, con molta buona volontà avrei anche potuto capire, ma per la tutela di questo stramaledetto ed idiota decoro pubblico.
Ma i centurioni sono pochi, ma abbastanza agguerriti, perché se tratta de maggnà.
In ogni caso, la sentenza della Corte Costituzionale che tu citi può fare invalidare ognuna delle ordinanze che hai citato: basta agire legalmente nel modo appropriato.
Oh, finalmente si arriva al dunque e bada che non serve vincere al Superenalotto (potrebbero non bastare cento vite). Il problema è che non c'è la volontà di agire legalmente in quanto organizzazione ufficializzata con tutti i sacri crismi, perché non ci si vuole esporre, perché non interessa abbastanza, perché il nostro è un hobbie, in sostanza alziamo lo scudo dicendo che siamo pochi.
Quanto a bar e ristoranti, falliranno da soli: chi accoglie male un cliente scalzo, accoglie male TUTTI i clienti.
E fallisce (Fonte: Fabio "il Baffo" del ristorante dove abbiamo mangiato quando sei venuto a Roma).
Ma fammi un piacere!!
Falliscono per un gatto e mezzo scalzo rifiutato?
Ohlà, amico, svegliati!
Siamo in pochi, ma abbastanza da far fallire un esercente?
Antonino ha scritto:Beh, credo e spero che stiate un po' esagerando. Se così fosse, giuro che sarebbe la volta buona che me ne potrei andare in Svizzera...
Piano, Antonino.
Il mio è un messaggio che vuole svegliare, non deprimere.
E poi sei così sicuro che la Svizzera sia il Paradiso?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mar Mag 01 2012, 23:39

lucignolo ha scritto:
Vedi, non sei l'unico, sottolinei che non disprezzi chi ha un'intelligenza normale, però continui a mettere, più o meno velatamente, l'accento sulla tua dote superiore (e credi davvero a quei test o ti fa comodo così?).
È questo che non va: se esprimi concetti profondi ed intelligenti non hai bisogno di blasoni, né di certificati psico-intellettuali, c'è quel certo sesto senso di fondo delle persone che percepiranno la bellezza e la correttezza del tuo pensiero.
Allora sarò più chiaro: la storia del mio genio l'hai tirata fuori tu ed hai continuato a tirarla fuori. Cosa volevi che ti rispondessi? Che sono un povero scemo? Preferisco prenderti un po' in giro. Very Happy
lucignolo ha scritto:
Continui a strisciare via, ma non mi hai ancora spiegato certi regolamenti di polizia urbana così perentori e limitanti.
Certi, appunto, cioè pochi.
E non crescono, perché chi campa sul turismo ha quasi sempre (Pavia e pochi altri luoghi esclusi) abbastanza influenza per stoppare le trovate dei cretini che possono allontanare i turisti.
Pensa se su un blog/guida turistica/articolo di rivista comparisse questa frase:
"Pavia: città dove se tua moglie si rompe un tacco e cammina con le scarpe in mano si prende una multa per un regolamento cretino fatto da una giunta di cretini." (*)
Secondo te il flusso di turisti aumenterebbe o diminuirebbe?
Ecco perché dove albergatori, ristoratori, eccetera hanno influenza sulla giunta comunale, non passano regolamenti del genere, anche se la giunta in questione è composta in parte o in toto da cretini.
Quando si parla di questi divieti, dobbiamo pensare che non riguardano solo noi quattro gatti, ma anche le signore che rompono un tacco e tutti quelli, maschi e femmine che vorrebbero togliesi le scarpe causa vesciche o piedi gonfi.
Potenzialmente TUTTI i turisti stranieri e una buona percentuale di quelli italiani.
Non dico che si toglieranno sicuramente le scarpe, ma che sanno che potrebbe capitare di doversele togliere e non gradiscono che qualcuno, per pura cretineria, lo proibisca loro.
Anche se poi non capiterà mai che debbano davvero togliersi le scarpe.
Ora mettiti nei panni dell'albergatore/ristoratore/eccetera: quelli seri hanno come obbiettivo la soddisfazione del cliente, che così torna e fa venire altri clienti.
Un cliente incazzato per una multa perché scalzo (o semplicemente che scopre che esiste un regolamento così cretinamente siffatto) non torna e sconsiglia agli altri di andare in quel posto.
Riassumendo: certi (rari) regolamenti sono cretini perché fatti da cretini che non sono stoppati in tempo.
Sono pochi perché, come mi ha spiegato un funzionario comunale, quasi sempre vengono stoppati in tempo.
lucignolo ha scritto:
Non ho capito se mi prendi in giro o no: a Roma ci sono stato e non ho visto tutti questi scalzi pieni di vesciche, esistono solo nelle nostr più ottimistiche fantasie.
A Roma ci sei stato qualche giorno, io ci abito da trent'anni, in piena zona turistica. Forse il mio campione statistico è un po' più accurato del tuo.
Non è che ce ne siano tanti, ma ci sono.
lucignolo ha scritto:
Poi c'è stata la battaglia contro i centurioni del Colosseo, non per il disturbo della quiete pubblica che, con molta buona volontà avrei anche potuto capire, ma per la tutela di questo stramaledetto ed idiota decoro pubblico.
Decoro pubblico??? Lotta ad una delle due mafie del centro storico, quella più debole, ovviamente. L'altra, quella dei furgoni che distribuiscono cibi e bevande, è troppo forte per l'attuale amministrazione, come pure per quelle precedenti.
Se qualche pennaiolo (giornalista, a volte, è una parola grossa) ha parlato di decoro pubblico, certamente non ha capito nulla.
lucignolo ha scritto:
Oh, finalmente si arriva al dunque e bada che non serve vincere al Superenalotto (potrebbero non bastare cento vite). Il problema è che non c'è la volontà di agire legalmente in quanto organizzazione ufficializzata con tutti i sacri crismi, perché non ci si vuole esporre, perché non interessa abbastanza, perché il nostro è un hobbie, in sostanza alziamo lo scudo dicendo che siamo pochi.
Qui hai perfettamente ragione: io la proposta di fare una colletta e muoversi l'ho fatta, nessuno ha voluto seguirmi.
Neppure tu.
Ecco perché spero nel SuperEnalotto.
lucignolo ha scritto:
Falliscono per un gatto e mezzo scalzo rifiutato?
Ohlà, amico, svegliati!
Siamo in pochi, ma abbastanza da far fallire un esercente?
Rileggi quello che ho scritto. Te lo ripeto in altra forma: Fabio "il Baffo", titolare di ristorante, mi ha spiegato chiaramente il concetto: "Chi accoglie male un cliente scalzo, accoglie male TUTTI i clienti".
E se accogli male TUTTI i clienti, fallisci. Punto.
Comunque, tornando ai racconti di Antonino, due alberghi su due gli hanno risposto che non hanno problemi ad accoglierlo scalzo, solo un ristorante gli ha fatto storie (e gli altri?), le testimonianze di altri soci riportano solo pochissimi casi di risposte negative (e le altre?), eppure tu dichiari che, senza chiedere o senza presentarti direttamente scalzo, cioè SENZA PROVE SPERIMENTALI, sei sicuro che sarai respinto.
Ma che scienziato sei?

(*)Il webmaster non è responsabile delle mie opinioni ed è autorizzato a fornire i miei dati personali all'autorità giudiziaria, nel caso che i cretini in questioni mi denuncino per diffamazione. Sarà un gioco da ragazzi stravincere la causa dimostrando che sono effettivamente cretini e sarà una grande soddisfazione vedere sancito da una sentenza di tribunale il loro essere cretini.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Elan il Mar Mag 01 2012, 23:59

Non è così importante andare scalzi? Mi sta bene, ma allora ditelo

Non ho problemi a dirlo: non è così importante poter andare ovunque scalzi e non ho intenzione di rovinarmi la vita per fare il Ghandi dello scalzismo. Sarebbe importante invece non accettare assurde e crescenti limitazioni della libertà personale e purtroppo ce ne sarebbero di ben più serie su cui disputare, ma, se ci guardiamo intorno, dobbiamo riconoscere che gli italiani non sono un popolo libertario, anzi .... I movimenti liberali sono sempre stati minoritarii salvo quando in realtà erano movimenti decisamente conservatori, mentre il vero libertario è rivoluzionario, in senso lato, non perchè indossa la maglietta con Che Guevara. Gli italiani stretti tra cattolicesimo e comunismo non sono ceerto cresciuti nel culto della libertà individuale stile Danesi o Olandesi... non dimentichiamo che l'Italia è una Repubblica democratica basata sul lavoro, non sulla libertà .

Il momento storico in cui viviamo poi, mi sembra sancire il trionfo delle imposizioni di tutti i generi, con prevalenza di quelle fiscali, che non cercano nemmeno di darsi una parvenza di motivazione filosofica o sociale ... tutti brontolano, ma tutti "abbozzano". La nuove parole d'ordine sono "puritanesimo", sobrietà, decoro, e piano piano scivoliamo verso una organizzazione statale opprimente stile Cuba, ma senza la gioia di vivere e nemmeno la libertà sessuale dei cubani ... mi raccomando, sobrietà! e andare a piedi nudi non è sobrio, se non sei un peone in cerca di riscatto e non lo fai nemmeno per voto religioso, ma solo per il tuo piacere personale.

Capisco la rabbia di Lucignolo e condivido i suoi timori, ma nel futuro che sembra addensarsi davanti a noi il divieto di andare scalzi potrebbe essere il male minore.

E allora è forse meglio farlo così, con leggerezza, senza guastarsi la vita, seguendo l'istinto del momento. Quando sono stato all'incontro romano dell' anno scorso, mi sono tolto gli zoccoli dopo essere uscito dalla fermata del colosseo ... questa estate ho girato in metropolitana dall'Eur a Termini e ritorno tranquillamente scalzo....

Del racconto di Antonino, quello che mi è piaciuto di più e che all' invito di mettersi le scarpe, ha risposto tranquillamente di no e se ne è andato da un'altra parte.

Ragazzi, se fossi più giovane, credo che penserei seriamente ad andarmene da questo paese ... stando le cose come stanno, invece, cerco di farmi gli affari miei e di godermi la vita finchè posso.




avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum